Musica
di Simone Stefanini 21 Gennaio 2019

Per l’anniversario del morso, Ozzy vende il peluche del pipistrello decapitato

Ozzy è famoso in tutto il mondo non solo per la sua musica ma anche per i suoi eccessi. La storia del pipistrello fa parte della sua leggenda

La storia la conoscono tutti, è di quelle da manuale della storia del rock: è il 20 gennaio 1982 quando il Principe delle Tenebre Ozzy Osbourne, ex cantante dei Black Sabbath lanciato nella carriera solista e nell’abuso di droghe, afferra al volo un pipistrello durante un concerto al Veterans Memorial Auditorium a Des Moines, Iowa e, credendolo un giocattolo lanciato dai fan, gli stacca la testa con un morso.

 

Il pipistrello, pace all’anima sua, era vivo, ma questo Ozzy l’ha saputo solo dopo, quando l’hanno portato in ospedale per vedere se aveva o meno contratto tutte le malattie che può trasmettere un pipistrello quando mangiato vivo.

Questo evento tragicomico ha alimentato la leggenda di Ozzy nel mondo extramusicale, tanto che tutti l’hanno sentita almeno una volta e per onorarne il ricordo, lo stesso Ozzy, attualmente impegnato nel tour che metterà fine alla sua carriera, ha introdotto nel suo store il peluche di un pipistrello con la testa staccabile.

 

 

Ozzy, tramite un tweet, ha promosso il nuovo gadget con il suo linguaggio standard, chiamandolo fucking bat. Se siete fan e volete onorare uno dei momenti più assurdi della storia del rock, oppure semplicemente la memoria del povero pipistrello che si è trovato a volare nel posto sbagliato al momento sbagliato, visitate pure il sito di Ozzy.

CORRELATI >