Society
di Simone Stefanini 1 Luglio 2016

Mi sono iscritto ad Amicizie Cattoliche, il Tinder dei credenti

Ho provato il Tinder cattolico ma poi sono tornato all’old school

amicizie-cattoliche amiciziecattoliche.com - Toda joia, toda beleza

 

Qualche giorno fa, sul social ammiraglio Facebook, sono incappato nella pubblicità di un altro social, che ho trovato subito molto interessante. Si chiama Amicizie Cattoliche e a dispetto del nome che sembra virare in favore di innocue chiacchierate sul Cristo e sulle lettere di San Pietro ai farisei, il logo reca un eloquente cuoricino.

Non solo, la foto pubblicitaria mostra due ragazzi e tre-quattro ragazze intenti a  fare un’indianata sul mare, con tanto di chitarra e di griglia. Le tre ragazze sembrano guardare in estasi un punto fisso, dove potrebbe trovarsi l’Altissimo, mentre il chitarrista fissa le tette di quella con la maglietta rossa, giusto per portarsi a casa l’amore sacro e l’amor profano.

Nella mia testa affiora un’immagine eccitantissima: è il Tinder dei cattolici. Mi iscrivo subito, usando il mio pseudonimo Stefano Simonini, così per partire un po’ misterioso. Sul form da riempire ci sono alcune domande abbastanza strane: mi chiedono obbligatoriamente il colore degli occhi e se voglio, posso pure scrivere altezza e peso. Ma perché, non si parlava di casta amicizia? Per non sapere né leggere né scrivere, io dell’internet non mi fido e uso la foto di un collega.

 

stefano-simonini amicizie cattoliche

 

Ok, mi faccio un po’ più alto e magro, sia mai mi sposi in chiesa una buona volta. Scopro da subito che il colore degli occhi serve all’algoritmo del sito per farti matchare insieme a qualcuno. Fa molto Robocop, ma tant’è: si sa che gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Quando già pregusto la conoscenza di femmine dedite al Cristo, scorgo una parola che mi colma di mestizia: abbonamento. Purtroppo con il profilo gratuito posso solo guardare gli altri profili, se voglio interagire con loro devo pagare. Alla faccia dell’amicizia.

 amiciziecattoliche.com

 

È un gran peccato perché avevo già iniziato a a pensare a un tot di cose che potevano rendermi appetibile alle giovani cattoliche:

1) Conosco alcuni canti da Chiesa a memoria e so anche armonizzarli, per una migliore riuscita sonora.

So cantare distintamente tutte e tre le voci di Alleluia e so fare una versione di Tu sei la mia vita altro io non ho in stile Kings of Convenience. Vi pare poco?

 

2) Durante la Messa, so quando ci si alza, quando ci s’inginocchia e quando ci si mette a sedere.

Da sempre, è il dubbio che attanaglia più fedeli, ma io so tutta la coreografia perché da piccolo i miei mi ci portavano a forza.

 

3) Mi piace il gusto dell’ostia, anche nei ricciarelli.

Si scioglie in bocca, ottima anche sotto il torrone o sotto i cantuccini da pucciare nel Vin Santo.

 

4) Credo fermamente che la Bibbia sia un romanzo fantasy più avvincente del Signore degli Anelli

Una saga sul bene e il male come non se ne sono più viste. Personaggi immortali, effetti speciali migliori di quelli di Game of Thrones.

 

5) Non ho mai dato credito alle teorie del Codice Da Vinci perché l’attore principale del film è Tom Hanks, che odio

Da giovane mi stava simpatico, poi mi è diventato sinistro e repellente. È una cosa mia, può non essere condivisibile, lo so.

Di certo avrei omesso che sono un miscredente e un blasfemo, che credo nei diritti delle coppie di fatto, di qualunque sesso esse siano, che vorrei che il Vaticano pagasse l’IMU e che non sono certo un sostenitore dell’insabbiamento per i preti pedofili.

Il fatto che è un sito a pagamento, tuttavia, mi ha reso sporco, poco incline alla letizia celeste che cercavo. Ho deciso che tornerò alla Messa e guarderò le donne fisse negli occhi, come diceva il grande Vitellozzo in Non ci resta che piangere. Di sicuro troverò la mia casta anima gemella senza dover pagare il Tinder di Dio.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >