Society
di Giulio Pons 7 Novembre 2014

A che punto è la battaglia tra gli editori e Google?

battaglia-google-editori

Il regno di Google su Internet è sconfinato, è un regno potentissimo e, per forza di cose, guerrafondaio.

Una delle battaglie in corso è quella con gli editori europei e la questione è semplice: Google mostra nei risultati di ricerca (in particolare ci si riferisce a quelli della sezione Google News) dei piccoli paragrafi di testo, gli snippets, a corredo di ogni risultato della ricerca, molto utili per capire cosa cliccare. Ma questi testi sono opera degli editori e chiedono quindi al gigante di essere remunerati.
Google, dal canto suo, dice che è lui che porta traffico agli editori e quindi dice “siamo a posto così”.
La questione, ovviamente, va affrontata stato per stato, dato che siamo ancora in un’Europa frammentata e regolamentata nazione per nazione.

In Francia l’accordo trovato tra editori e Google ha portato la multinazionale a finanziare una tantum con 82 milioni di dollari un Fondo per l’innovazione degli Editori.

In Spagna la scorsa settimana è stata approvata una legge che protegge i testi delle notizie, in modo che il loro utilizzo da parte degli aggregatori online, come Google News, rappresenti una violazione del copyright e renda quindi legittimo per gli editori chiedere il pagamento di un compenso.

In Germania la battaglia è stata più cruenta e Google ha imposto che se le sue regole non vanno bene, i siti che non vogliono accettarle avranno solo i titoli nei risultati di ricerca.

In Italia la situazione sostanzialmente è ancora ferma.

Un nuovo preoccupante risvolto in questa battaglia è che in Germania il colosso dell’editoria Axel Springer, che però è piccolo come un topolino rispetto a Google, ha deciso circa due settimane fa di fare il duro e di nascondere gli snippets da Google News, lasciando solo i titoli. Il risultato è stato un immediato crollo dell’80% del traffico da Google News e del 40% dal traffico dalla ricerca web standard. Axel Springer (tra gli altri è l’editore del quotidiano Bild) si è veduto costretto a rimangiarsi la decisione, abbassare le orecchie e a tornare con la coda tra le gambe da Google.
Questo episodio, purtroppo, segna un precedente che potrebbe fare da guida nelle prossime trattative tra Google e gli altri stati che non hanno ancora affrontato la questione.

Google ha raggiunto una dimensione di dominio assoluto che ci costringe quindi alla sudditanza.

L’unica possibilità è regolamentare a livello europeo la tassazione di queste società: Google, come Amazon, Apple, Facebook e le altre, dovrebbe pagare le tasse per la quota di profitti che realizza in ciascuna nazione. Invece ha stabilito la sua sede legale in Irlanda e si permette un’elusione fiscale molto ingente.

Paradossalmente le dimensioni di Google le permetterebbero di trattare male intere nazioni: all’Italia non va bene che Google paghi le tasse in Irlanda? Ok, allora i servizi di Google, motore di ricerca, e-mail, mappe (per citare solo i principali che usano tutti), non saranno disponibili in Italia. La forza per farlo ce l’ha e anche il diritto.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >