clown assassini america
Society
di Simone Stefanini 13 Ottobre 2016

Clown hysteria, perché in tutto il mondo sono comparsi pagliacci che terrorizzano la gente?

Facciamo il punto della situazione su questa insana mania che dagli USA sta approdando anche in Europa

clown-omg clown assassini america

.

Da qualche tempo si sente parlare di persone comuni vestite da clown che si divertono a terrorizzare i passanti negli Stati Uniti. Sembra sia nato tutto da alcune sconvolgenti storie di cronaca in Carolina del Sud, USA.

Nel complesso di Flatwood Manor infatti sono stati avvistati dei clown intenti ad attrarre i bambini nel bosco con la scusa dei dolcetti o dei soldi. Se vi sono venuti i brividi, non siete i soli.

Da quel momento in poi, un sacco di gente ha iniziato a imitare quel gesto insano e gli avvistamenti di persone vestite da pagliacci si sono moltiplicati.

 

clown assassini america Twitter - Un avvistamento davanti a una scuola elementare di Houston, Texas

 

Essendo un assurdo non sense, i cronisti di tutto il mondo hanno pensato a una strana mossa di viral marketing per supportare l’uscita del remake di IT, il capolavoro di Stephen King il cui protagonista è Pennywise, un clown assassino che simboleggia il male puro.

King stesso ha voluto commentare l’accaduto su Twitter, chiamandolo clown hysteria e chiedendo alla gente di calmarsi, perché la maggior parte di loro sono buoni e fanno ridere la gente.

 

 

Un appello un po’ ambiguo in verità, che sembra essere caduto nel vuoto dal momento che più di 37 stati americani hanno riportato avvistamenti di clown sinistri e che alcuni di loro sono stati fermati perché costituivano una minaccia per l’ordine pubblico.

Se volete rimanere aggiornati, qui c’è una bella lista degli arresti dei clown nei vari stati americani. I coinvolti sono persone di tutte le età, dai 15 ai 60 anni, e questo fa pensare davvero a un atto d’isterismo di massa più che a una propaganda di qualsiasi tipo ben orchestrata.

Intanto gli studenti e i cittadini terrorizzati spesso si sono organizzati in ronde contro questi nuovi mostri, che diventano una vera e propria caccia al clown. Un modo sbagliato di difendersi che sfocia nella violenza.

 

 

Nello stato del Connecticut, oggi è vietato vestirsi da clown, per qualunque motivo.

C’è addirittura un account Twitter dove segnalare gli avvistamenti dei clown, che contiene foto e video che farebbero paura anche al più scafato dei fan dei film horror.

 

 

Se però pensate che questa follia sia la solita americanata che in Europa non prenderebbe mai piede, vi sbagliate di grosso. Nella civilissima Gran Bretagna fresca di Brexit, negli ultimi giorni si sono moltiplicati gli avvistamenti dei clown che molestano le ragazze e che brandiscono coltelli o addirittura motoseghe.

 

cuvblfswcaagaz2 Twitter - Un avvistamento in Irlanda

 

Una delle ultime segnalazioni inglesi riguarda addirittura il figlio di un giocatore di Premier League, la cui identità per ora rimane segreta per il buon prosieguo delle indagini.

Se credete che il massimo dell’assurdo sia già stato raggiunto, dobbiamo informarvi che a Cumbria, in Gran Bretagna, c’è addirittura un uomo vestito da Batman che dà la caccia ai clown.

Qui sotto potete vedere la foto di un inseguimento dell’improvvisato supereroe.

 

 Telegraph

 

Al momento, non sappiamo quale sia il movente che scateni questa ondata di follia collettiva. Potrebbe essere la naturale coulrofobia, cioè la paura dei clown, a causa del loro trucco eccessivo e dell’identità celata, potrebbe avere una parte in causa il remake di IT di Stephen King che uscirà nel 2017 oppure i vari clown assassini nel cinema, come il Capitano Spaulding di La casa dai mille corpi (Rob Zombie, 2003) oppure Twisty the Clown di American Horror Story – Freak Show (2014).

Di sicuro, un qualche input può essere stato dato da Matteo Moroni, detto DM Pranks, l’italiano che per primo ha messo su YouTube lo scherzo del clown assassino, che in seguito è diventato virale. Ma queste sono solo supposizioni. Ciò che in verità sappiamo è che uno dei serial killer americani più spietati, John Wayne Gacy, tra il 1972 e il 1978 ha rapito, torturato, sodomizzato e ucciso 33 persone, e poi le ha sepolte sotto la sua abitazione.

I bambini lo amavano perché si travestiva da Pogo il clown e li intratteneva alle loro feste di compleanno. Dal giorno del suo arresto, la figura del pagliaccio non è più stata il simbolo di gioia e di divertimento che avrebbe dovuto essere.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >