donald trump presidente stati uniti
Society
di Gabriele Ferraresi 9 Novembre 2016

L’era dell’odio comincia oggi: Donald Trump è il Presidente degli Stati Uniti

Razzista, sessista, misogino, supportato dal Ku Klux Klan: dopo Barack Obama, sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca

trump1

E così Donald Trump sarà il prossimo Presidente degli Stati Uniti. Non ci credeva nessuno, nessun sondaggio credibile dava come realistica un’eventualità del genere – e questa elezione è anche uno schiaffo a mano aperta a chi si occupa di sondaggi e analisi, Nate Silver e 538 compreso – per quel che conta non ci credevamo neanche noi a Dailybest, era fantapolitica. E invece.

E invece è andata così, vince Donald Trump, candidato outsider del Partito Repubblicano contro Hillary Clinton del Partito Democratico. Alle 8.31 Associated Press ha confermato tutto: Trump sarà il 45° Presidente degli Stati Uniti, si insedierà a gennaio 2017.

Sul perché e come mai Trump sia riuscito a vincere queste elezioni si verseranno fiumi di inchiostro, quel che conta è che comincia oggi l’era dell’odio. Dovendo mettere giù qualche ragione plausibile sul come mai un totale impresentabile – razzista, sessista, misogino, supportato con convinzione dal Ku Klux Klan… – abbia convinto gli elettori della più importante democrazia del pianeta a mandarlo alla Casa Bianca, c’è da togliersi un po’ della puzzetta sotto il naso che in Italia dovremmo aver lavato via da anni.

Eh sì, dovremmo avere ben altro nelle narici dopo un ventennio berlusconiano e dopo la nascita e i successi arrivati apparentemente dal nulla del Movimento 5 Stelle, ma ben radicati nell’insoddisfazione di una parte degli elettori. Due movimenti – Forza Italia e M5S – che sorpresero allo stesso tempo sondaggisti, editorialisti, ed elettori stessi.

 

home_nyt donald trump presidente stati uniti NYT

 

Uno dei primi motivi alla base del successo di Trump è questo: chi è visto da un elettorato arrabbiato come collegato all’establishment, è morto, finito. Hillary Clinton era la moglie di un ex Presidente, aveva ricoperto ruoli di altissima responsabilità per anni nel governo USA, non arrivava dal nulla. È stata punita alle urne anche per questo. Punita perché troppo soft? Troppo moderata? Troppo lontana dal famigerato “Paese reale“? Anche.

Punita anche perché era donna? Forse, anzi, più che forse. Ma a un livello superiore è più questa frenesia demolitrice contro tutto che è diventata oggi davvero un trend dell’occidente da cui ci libereremo chissà quando, una frenesia demolitrice contro tutto quello che “c’era prima” a essere ancora più importante da notare, rispetto alla questione di genere.

Si potrebbe ribattere: ma come, gli americani erano pronti per votare un nero alla Casa Bianca, ma non una donna? Forse. Ma più probabilmente è anche una questione di tempi diversi, e quindi di elettori diversi, elettori che sono un magma fluido, non un solido tombino in ghisa. E l’elezione di Barack Obama arrivava dopo gli anni di George W. Bush, anni a dir poco da dimenticare.

 

home_guardian donald trump presidente stati uniti The Guardian

 

È il voto di protesta, come lo chiamano i sondaggisti che ci prendono poco, a stelle e strisce. Un voto di protesta di un’America arrabbiata, lontana dalle metropoli, lontana dai salotti veri e dai salotti di Twitter, aggrappata a un passato che magari idealizza, o magari era davvero migliore. Per loro, quelli dell’America arrabbiata.

Se tutto questo vi ricorda qualcosa, per esempio i “Vaffanculo” di Beppe Grillo, se vi ricorda l’altrettanto imprevedibile frenesia demolitrice del referendum sulla Brexit nel Regno Unito, o anche solo le “nostre” piccole ultime elezioni comunali e i risultati a Roma e Torino, siete sulla strada giusta.

Il trend è uno solo in fondo, ovunque: cancellare tutto, cancellare chi “c’era prima“, perché “ha fallito“, perché “è kasta!11“, oppure perché “ruba“, perché “vogliamo vedere l’effetto che fa“, o anche per pura e semplice rivalsa contro “gli altri”, contro i radical-chic, contro i fighetti, contro il paese irreale da cui la rabbia sta ben lontano, per puro e semplice cupio dissolvi, anche, di certo.

Impressiona vedere tutto questo applicato agli Stati Uniti: visto che tutti avevamo un magnete di Barack Obama sul frigo, ma c’è proprio da farci i conti, con questo gigantesco, terrificante deal with it su scala planetaria.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >