Society
di Claudia Mazziotta 6 Aprile 2020

Legalizzando le droghe leggere avremmo più soldi per aiutare i cittadini in difficoltà?

Boom nell’ultimo mese di consumo di marijuana light per gli italiani. Ai clienti abituali si aggiungono coloro che, non potendosi riversare sul mercato sommerso, trovano un’alternativa. Una tendenza che fa riflettere sulla questione della legalizzazione delle droghe leggere e sui benefici che ne trarrebbe l’economia statale.

Forse prevedibile o forse no, ma alcuni di voi magari se l’erano immaginato: con l’emergenza covid-19 è esploso il boom di consumo di marijuana light. L’impossibilità di uscire di casa e, dunque, l’estremo rischio e difficoltà di rifornirsi sul mercato illegale, hanno spinto molti consumatori di cannabis a cercare un’alternativa, ritrovandola nel consumo legale di infiorescenze ad alto contenuto di CBD. Una “nuova tendenza” che fa davvero riflettere su un argomento che, ahimè, per molti è ancora tabù.

In questi giorni si stanno sottraendo un sacco di soldi all’economia sommersa, perchè “i proventi che prima entravano nelle casse delle mafie per l’acquisto di cannabis con alto contenuto di THC, adesso sono diventati in parte economia legale”, chiarisce Matteo Moretti, amministratore di JustMary, il primo delivery in Italia di cannabis legale, ganja e marijuana light. “Tutti hanno avuto un boom di traffico”, continua Matteo Moretti: abbiamo raddoppiato i rider, gli introiti e le tasse che paghiamo allo Stato. E ben sappiamo quanto siano utili in questo momento“. 

Viceland GIF by WEEDIQUETTE - Find & Share on GIPHY

Facile pensare quanto realisticamente, allora, avremmo più soldi per aiutare i cittadini in difficoltà se si legalizzassero le droghe leggere, e non è una banale congettura. Vediamo, infatti, cosa sta accadendo in Italia nel settore della cannabis light, dall’inizio del lockdown.

Se in molti Stati americani il servizio è considerato “essenziale” e, dunque, se in America gli shop rimangono aperti e si registrano lunghe file di clienti fuori dai negozi, simili a quelle che si vedono davanti ai supermercati o le farmacie, in Italia la situazione è diversa: gli shop sono chiusi ma è aumentato tutto d’un colpo il delivery di cannabis legale. “Nel mese di marzo, con l’inizio del lockdown, abbiamo fatto lo stesso fatturato di tutto il 2019. Non abbiamo registrato una crescita nelle vendite ma un’esplosione vera e propria. Se a febbraio gestivamo circa 70 ordini giornalieri nel sito, questo mese ne abbiamo ricevuti 350 in un solo giorno”, dichiara Matteo Moretti.

Weed Marijuana GIF by MOST EXPENSIVEST - Find & Share on GIPHY

Massimo Mazzara, uno dei soci di Sweet Leaf di Roma, conferma questa tendenza: “Hanno iniziato i clienti abituali del quartiere, telefonavano, ci hanno chiesto se potevamo fare servizio a domicilio. Poi ne hanno parlato con gli amici, anche di altre zone della città… alla fine abbiamo dovuto ingegnarci con il servizio a domicilio e abbiamo assunto un ragazzo come rider”.

Anche Kevin Gagliarano, 28, anni, attivo nel settore, rileva una forte crescita delle richieste in questi giorni sul suo sito e spiega: “Riservatezza soprattutto, i miei clienti sono principalmente over 35. Si tratta di inflorescenze che non hanno effetto psicotropo, sono controllate e con cartellini, rispettano i limiti di THC stabiliti dalla legge“. A proposito di legge, piccola parentesi: ai più distratti ricordiamo che lo scorso dicembre era stato approvato un emendamento che autorizza la vendita di cannabis light con THC inferiore allo 0,5%.

Weed Blaze It GIF by VICE Media Spain - Find & Share on GIPHY

Chissà se ciò che sta accedendo nel settore della cannabis light in questi giorni solleverà altre questioni, e chissà se solleciterà ulteriori riflessioni su quanto sia ipocrita il proibizionismo della marijuana in Italia. L’argomento è assolutamente delicato, ambiguo e controverso e lascio a voi decifrare ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.  Non si può, ancora, fare finta di non accorgersi e non considerare che, se si togliesse all’economia sommersa il totale dei suoi guadagni sulla marijuana e se questi proventi si riversassero nelle casse dell’economia legale, lo Stato ne beneficerebbe eccome. Già la cannabis legale è un’ottima occasione per garantire entrate nelle casse statali, certo, ma stiamo effettivamente vedendo il fermento di questo settore solo oggi, in una condizione straordinaria in cui l’acquisto di cannabis legale, per molti, è solo una temporanea alternativa.

Viceland GIF by WEEDIQUETTE - Find & Share on GIPHY

In Uruguay, in Giamaica, Catalogna, in alcuni stati degli USA e altrove, dove la cannabis è libera anche per uso creativo, l’economia ne giova. In Uruguay, ad esempio, negli ultimi cinque anni la legge ha sottratto più di 22 milioni di dollari di profitti ai narcotrafficanti uruguaiani. Il paese non è riuscito a eliminare del tutto il mercato illegale di marijuana (principalmente nelle mani del vicino Paraguay, che vende un prodotto di bassa qualità ma più economico), ma è un bel traguardo.

Per ora, in Italia, ci accontentiamo di quello che abbiamo: circa 3 mila aziende per un totale di 10 mila dipendenti, in un settore, quello della cannabis light, che è in continua e forte crescita, anche per la richiesta a livello internazionale del cannabidiolo usato nella cosmetica e in farmaceutica. Un settore che in questi giorni sta letteralmente esplodendo, e dovremmo chiederci tutti il perché.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >