Society
di Raffaele Portofino 16 Febbraio 2015

Le lapidi straordinariamente sobrie dei mafiosi russi

I russi, si sa, fanno della sobrietà una bandiera, anche dopo la morte.

Innanzitutto non è proprio una passeggiata di salute mettersi a parlare dei mafiosi russi, tantomeno di quelli deceduti. C’è però una cosa che non possiamo ignorare: in fatto di lapidi post mortem, ci sanno proprio fare. Sì perché invece di buttare lì una cosa come tutti, col marmo, la foto buona, le due fatidiche date e al limite, ma proprio al limite, un epitaffio, loro no. Proprio no.

Loro, da morti, vogliono sempre far paura e dimostrarsi potenti, più di te. Quindi foto gigante, meglio se a figura intera, oppure bassorilievo / incisione, palmizi in stile Beverly Hills o Jurassic Park, una pioggia di croci ortodosse, montagne finte, cellulari e macchine, tante macchine. Quella è la potenza del mafioso russo: l’autovettura, che figura immortalata per sempre con il proprio padrone in un idillio che non finisce mai. Con tutta probabilità, serve ai signori deceduti per recarsi al più vicino ufficio inferi. Ma guardiamo bene:

FONTE | sadanduseless.com

Questa tomba fa del tutto impazzire: croce ortodossa, figura intera di mafioso e quarto di Mercedes scolpita:

russian gangster1

 

I seguenti signori incutono terrore e riverenza anche da defunti:

russian gangster2 russian gangster3

 

Cose che vorrei: essere ricordato per sempre con la felpa dell’Adidas:

russian gangster4

 

La posa di questo signore è inequivocabile: scopare.

russian gangster5

 

L’amore per l’autovettura supera la morte:

russian gangster6

 

Gente che se va in Paradiso fa rissa con San Pietro:

russian gangster7

 

 

Sigaretta, caffè, cellulare 90s, doppio anello del potere, croce al collo alta mezzo metro, la faccia di chi ti sta per far fuori, anche dall’Aldilà:

russian gangster8

 

Questa composizione mi ha fatto uscire il sangue dal naso:

russian gangster9

 

Tutte persone morte di vecchiaia:

russian gangster10

 

Ma Stallone non è sempre vivo?

russian gangster11

 

La famiglia prima di tutto:

russian gangster13

 

PAURA:

russian gangster14

 

Obama e Lele Mora:

russian gangster17

 

Potrebbe essere lo stesso morto in tre differenti versioni: 

russian gangster18

 

Living la vida loca, anche dopo l’inevitabile:

russian gangster20 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >