Society
di Stefano Disastro 21 Giugno 2013

Parchi dei divertimenti abbandonati nel mondo

ku-xlarge-3Cosa c’è di più inquietante di un Parco dei Divertimenti abbandonato e in rovina?
Le vie ben studiate un tempo vocianti ora deserte, il silenzio rotto dai cigolii di qualche ruota o giostra che gira a vuoto, ruggine e polvere ovunque dove prima c’erano risate di bambini e colori. Insomma, date un occhio alla serie di foto sotto fighissime prese da una serie di Parchi di Divertimenti e a Tema abbandonati e in rovina in giro per il Mondo. Tutto molto Lynchiano no?
Storie di abbandono e mancanze. Horror & Romanticismo.
Alieni in visita dallo spazio o archeologi del futuro ringraziano.

 

Six Flags New Orleans, New Orleans (2000-2005)
(abbandonato dopo l’uragano Katrina)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks
The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Parco Divertimenti in centro città a Pripyat, Ukraine (1986)
(doveva essere aperto dal 1 maggio ma il disastro di Chernobyl (26 aprile) ha fatto sì che restasse aperto solo un paio d’ore, il giorno dell’evacuazione della città)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Umoja Children’s Park a Pemba Island, Zanzibar-Tanzania

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Heritage USA, un Parco a Tema Cristiano a Fort Mill, South Carolina (1978-1989)
Creato dal televangelista Jim Bekker e dalla moglie nel 1978. Chiuso per i problemi economici di Bekker e i danni causati dall’uragano Hugo (1989)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Parco Divertimenti a Dunaújváros, Hungary (1952-1993)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Wonderland Amusement Park, 20 miglia fuori Beijing – China (mai aperto)

Progettato per essere il più grande Parco Divertimenti in Asia, non è stato mai aperto. I lavori sono stati interrotti nel 1998.

 The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

 

Okpo Land, Okpo-Dong – South Korea (chiuso nel 1999)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Discovery Island  al Walt Disney World, Florida (1974-1999)

Walt Disney comprò l’intera isola nel 1965 e aprì Treasure Island nel 1974. Era il luogo ideale per osservare la fauna in ambiente naturale: ibis, tartarughe delle galapagos, fenicotteri, cigni, lemuri… Nel 2009, un ‘esploratore urbano’ Shane Perez visitò l’isola abbandonata e scattò le foto che vedete sotto

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

 

Takakanonuma Greenland, Hobara, Japan (1973-1975; 1986-1999)

Inizialmente chiuso per un paio di stagioni per alcune morti  nel 1986, chiuso definitivamente nel 1999

 The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

 

Gulliver’s Kingdom Theme Park, vicino a Kamikuishiki, Japan (1997-2001)

Parco a Tema Gulliver, il parco era un vero e proprio villaggio di Lillipuziani. Il parco è stato un flop e dopo 4 anni è stato chiuso per debiti.

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Spreepark (già Kulturpark Plänterwald, 1969-1989), Berlin, Germany (closed in 2002)

Parco orgoglio della Germania Est, con la Caduta del Muro (e  nuovi proprietari) sono state aggiunte nuove attrazione, ma non è bastato. I debiti l’han fatto chiudere.

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

Joyland Amusement Park, Wichita, Kansas (1949-2004)

The Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement ParksThe Crumbling Chaos of Abandoned Amusement Parks

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >