Society
di Simone Stefanini 29 Giugno 2016

Perché questa pubblicità di Lycia è tutta sbagliata

Una donna e un uomo: lei ha i prodotti di bellezza, lui gli utensili per riparare le cose

lycia facebook

 

È un giorno di metà settimana, uno come tanti nel micromondo chiamato Italia del 2016, quando appare all’improvviso sul noto social network Facebook una di quelle pubblicità che fanno accapponare la pelle. Direttamente dalla pagina di Lycia, l’azienda che da oltre 30 anni si occupa di prodotti per l’igiene personale, i social manager pubblicano un’immagine di quelle non ci credi, con tanto di didascalia esplicativa:

La cassetta degli attrezzi ideale: #uomimi e #donne ne hanno un concetto completamente diverso.

 

In questa moderna infografica c’è un campo diviso in due: le femminucce ben ancorate al rosa mentre per i maschietti assolutamente il celeste, un po’ come il fiocco che annuncia la maternità. Non è certo finita qui. In alto campeggia la scritta Wo Man, coi relativi simboli di genere.

Si parla di cassetta degli attrezzi e i pubblicitari geniali cosa fanno? Mettono la clip art di una donna, quella di un uomo e attorno alle loro figure, tutti gli utensili che secondo la morale dei tardi anni ’50, dovrebbero rappresentare le rispettive figure. 

Per la donna: pettine, phon, trucchi, orologio, smalto, forbici, profumo e così via. Manca solo lo straccio per lavare i pavimenti e una cucina in miniatura.

Per l’uomo: sega, trapano, martello, accetta, cacciavite e altre cose che io, che sono un uomo, non so nemmeno cosa siano.

Fine della pubblicità. La riguardo, per capire se è o meno un meme di cattivo gusto, e invece è esattamente ciò che ho visto: una descrizione sessista ed elementare dei due sessi, visti alla maniera dei nostri nonni (e nemmeno di tutti). Se ne sbatte in modo inqualificabile dei secoli di lotte per i diritti femminili, per le pari opportunità, per l’adeguamento degli stipendi o per le licenze di maternità. Ma se pensate che la visione “donna in cucina” sia offensiva solo per le femmine, vi sbagliate di grosso. Come ci devo rimanere io che sono attorniato da attrezzi per la riparazione delle cose, senza un sapone, senza uno shampoo (non che a me serva, ma è per dire), senza un pettine o senza la cucina.

Mi piace cucinare, così come mi piace lavarmi, ascoltare musica e leggere libri. Incredibile, non è vero? Last but not least, come devono sentirsi le donne e gli uomini omosessuali o transgender, del tutto esclusi da questa comunicazione? In un’immagine, tabula rasa.

Io sinceramente non capisco neanche il senso commerciale di questa illustrazione, perché facendo così si inibiscono tutte le persone intelligenti, civili e progredite della nazione, che potrebbero decidere di non aumentare il fatturato di un’azienda che sceglie di spenderli in pubblicità assurde, degradanti, antistoriche e sessiste come questa. Mi fermo qui, ci pensano i commenti degli utenti a qualificare questo gesto per quello che è: un clamoroso autogol etico.

 

lycia-fail facebook

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >