Society
di Raffaele Portofino 15 Febbraio 2017

Come riuscire a convincere gli altri che hai una ragazza anche quando sei solo come un cane

Ecco un comodo tutorial per mostrarsi in due anche quando siamo i single più soli del mondo

 boredpanda

La cosa più atroce per i single a San Valentino non è tanto che guardino le coppie innamorate come gli obesi guardano McDonalds, con quel misto di necessità, bisogno, voglia, invidia e depressione. La cosa che più fa stare male questi poveracci sempre soli è la necessità di provare al mondo che sono felici. Sì perché è una leggenda metropolitana che le coppie siano felici mentre i single no.

Quando stai solo hai tutto intorno a te, come uno che c’ha il conto in Banca Mediolanum. Puoi fare letteralmente il cazzo che ti pare, dormire alle 22, rimorchiare tutto l’attraccabile, giocare alla Playstation fino a svenire, mangiare nudo sul letto etc. etc., solo che poi per la società sei il forever alone che non riesce a mettersi con nessuna e che ne soffre, specie nella giornata degli innamorati.

Per ovviare a questa  dannazione, una compagnia taiwanese di nome Patya ha mostrato dei tutorial su come fare foto romantiche di coppia pur restando da soli, in modo da far credere a tutti che state benone.

La prima foto mostra il giovane ragazzo che dorme mentre la fidanzata lo sorprende con una fotografia. Si notino i capelli di lei davanti l’obiettivo. Tutto falso, in realtà il truffatore ha creato un sistema di contrappesi e parrucche per simulare lo scatto, fatto letteralmente coi piedi.

 boredpanda

 

Per lo scatto più standardizzato della storia, quello del bacio in cui lei si mette in punta di piedi per raggiungere la di lui bocca, niente di più semplice, basta aver fatto un po’ di stretching e avere un buon cavalletto su cui appoggiare la macchina fotografica.

 boredpanda

 

Che non la vuoi portare al parco la tua fidanzata immaginaria? Basta poggiare la sua testa su un mobile ed ecco fatto lo scatto tenerezza.

 boredpanda

 

Cos’è un bacio se non l’apostrofo rosa tra le parole “È il tuo braccio” e “Sei una perZona falZah”?

 boredpanda

 

Non importa che nel biglietto ci sia scritto “Ti amo” oppure “Paga le rate”. Guardate questo povero Cristo che posa innaturale deve escogitare per sembrarvi felice.

 boredpanda

 

Un piedino prensile di quelli che non se ne trovano più negli esseri umani evoluti.

 boredpanda

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >