Society
di Sandro Giorello 11 Gennaio 2016

Cosa si sono detti Sean Penn e il narcotrafficante El Chapo?

La vanità tradisce il re dei narcos: e viene fuori un’intervista che entra nella storia.

sean-penn-el-chapo rollingstone.com - Sean Penn e El Chapo durante il loro primo incontro

 

Rolling Stone ha pubblicato l’intervista che Sean Penn ha fatto lo scorso ottobre al narcotrafficante Joaquín Archivaldo Guzmán, per tutti El Chapo. Si tratta di uno dei più pericolosi criminali del messico: capo del Cartello di Sinaloa, viene considerato una delle figure più importanti nel controllo del traffico internazionale di droga dai tempi di Pablo Escobar.

Secondo quanto afferma Billboard, l’articolo era pensato per il numero di gennaio – la cui uscita era prevista per oggi – ma poi è stato anticipato in fretta e furia appena si è diffusa la notizia che, durante la notte del  9 gennaio, El Chapo è stato arrestato dalle autorità messicane. L’intervista si sviluppa in un lungo racconto di tutto lavoro che è stato necessario per trovare i contatti e riuscire a incontrare El Chapo. Nell’impresa è stata fondamentale la conoscenza di Kate del Castillo, una delle più popolari attrici messicane che – circa tre anni fa – aveva lanciato su Twitter una serie di strani messaggi diretti a El Chapo esortandolo a cambiare, da trafficante di armi a trafficante d’amore.

Signor Chapo, non sarebbe meglio trafficare con l’amore? Con cure per le malattie, con cibo per i bambini senza casa (…) Perché non brucia tutti quei bordelli dove le donne valgono meno di un pacchetto di sigarette? Diventerebbe l’eroe degli eroi.

 

duenosdelparaiso-personajes-kate-del-castillo-00 telemundo.com - Kate Del Castillo

 

Dopo mesi di telefonate e messaggi, il 2 ottobre Sean e Kate sono riusciti a incontrare El Chapo per la prima volta. Il narcotrafficante viene descritto dall’attore come una persona dura, aggressiva e imperturbabile, simile a Tony Montana nel film Scarface. Per farci capire meglio racconta anche di un breve sfogo di El Chapo contro alcuni camerieri presenti:

Siete tutti un branco di stronzi del cazzo. Sai perché? Perché non avete il coraggio di essere ciò che volete essere. Persone come me sono necessarie. Così si può puntare il dito e dire ‘Questo è il cattivo’. Così tu puoi continuare a nascondere la tua vera natura. Voi mentite sempre. Io dico sempre la verità anche quando sto mentendo”.

 

https://www.youtube.com/watch?v=KauwYGhViKU

 

Dopo quel primo incontro ne sarebbe dovuto seguire un secondo per l’intervista vera e propria ma, poi, fu annullato e sostituito da un video messaggio dove si vede El Chapo rispondere direttamente alle domande inviategli da Sean Penn. Il contenuto è dir poco sconvolgente: El Chapo parla della sua storia familiare, di come ha iniziato a fare il trafficante, di come gestiva gli scambi quando era in prigione e di come è riuscito ad ampliare a dismisura questo tipo di mercato.

 

1035x776-chapo01 rollingstone.com - Joaquín Archivaldo Guzmán, alias El Chapo

 

Le sue risposte sono ciniche e fredde. Si descrive come un non-violento e non si considera responsabile dell’incremento dell’uso di droga nel mondo. Nega addirittura che esista un cartello della droga  – “le persone che dedicano la loro vita a questa attività non dipendono da me” – e alla domanda “È vero che le droghe distruggono l’umanità?” lui risponde con un semplice: “Beh, è una realtà. Purtroppo dove sono cresciuto io non c’era altro modo e non c’è ancora un modo per sopravvivere, non c’è modo di lavorare nella nostra economia per essere in grado di guadagnarsi da vivere”.

L’intervista ha ovviamente creato non poco scalpore. Il capo di gabinetto della Casa Bianca, Denis McDonough, ha commentato alla CNN che “il modo spocchioso con cui El Chapo parla di quanta eroina fa circolare nel mondo, compresi gli Stati Uniti, ci fa andare su tutte le furie”. Secondo quanto rivela Abc, sia Sean Penn che Kate del Castillo sono attualmente indagati con l’accusa di riciclaggio di denaro.

FONTE |  rollingstone.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >