Society
di Sandro Giorello 4 Aprile 2016

Una regista trasforma i tuoi messaggi di sexting in cortometraggi porno

Ecco cosa succede quando i messaggini sporcaccioni delle nostre chat diventano un film

 

Alcuni considerano il sexting – ovvero lo scambio via chat di messaggi allusivi, ricchi di doppi sensi o direttamente un po’ sporcaccioni – come una mancanza di coraggio. È un po’ come se fosse il massimo esempio dell’era digitale in cui viviamo, dove con la tastiera si fa di tutto ma, alla fine, non si arriva mai al dunque. Per molti, invece, sono uno dei modi migliori per dar sfogo alla propria fantasia sessuale ed il pensiero che, per qualsiasi motivo, queste conversazioni possano essere scoperte anche da altri rende il tutto ancora più eccitante.

 

 

La pensa così anche Eileen Yaghoobian, una regista indipendente che ha deciso di dedicare dei piccoli cortometraggi a questo particolare tipo fantasie. Per soli 80 dollari potete inviarle lo screenshoot di una chat con il vostro partner e lei ricambierà con un video della durata di circa 6 minuti dove due o più attori metteranno in scena i vostri messaggi. I video realizzati, poi, vengono caricati sul sito Sendmeyoursexts.com in maniera anonima dove è possibile confrontare il testo originale e la sua rappresentazione filmica.

Il risultato, come potrete immaginare, è un mix di scene trash, filmini soft porno e momenti decisamente più spinti a cui si aggiungono degli effetti grafici piuttosto simpatici e divertenti. Le frasi vengono riportate fedelmente, citando anche errori di battitura o coniugazioni verbali infelici.

 

 

Per quanto sembri solo un progetto stupidino e vagamente hipster, Send me your sexts sottende una riflessione più profonda su come la tecnologia si sia intromessa nel nostro immaginario erotico e su come possa influire nelle relazioni sentimentali.

“Come è facile che una coppia si lasci perché uno dei due ha ignorato i messaggi dell’altro – spiega la regista – allo stesso modo si può considerare il sexting come una vita sessuale inesistente. La tecnologia può rendere tutto evidente o, al contrario, invisibile: i nostri messaggi e le immagini che ci scambiamo vivono dentro questa continua ambiguità tra il reale e la fantasia. Il sexisting è proprio questo: volere al tempo stesso la privacy ma sperare che qualcuno scopra i tuoi segreti”.

 

FONTE |  dazeddigital.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >