Society
di Simone Stefanini 20 Gennaio 2015

La sfiga nera di quelli che si photoshoppano la ragazza sulle foto

Io e te, tre metri sopra la sfiga.

Quanti tipi di sfiga esistono? È possibile rispondere a questa domanda? Quante gocce ci sono nel mare? Una legnata in uno stinco fa male anche se nella foresta non c’è nessuno a udirla? Se una farfalla si posa sopra un cartello di divieto di sosta nelle Marche, poi in Cina arriva il terremoto? E chi lo sa.

La sfiga ha più tentacoli di Chtulu, ha più zampe del ragno di IT, ha più facce di Donatella Versace. Non è quantificabile. È sfuggente come una bella ragazza quando tenti di accarezzarla dopo che hai pulito con le mani la candela della Punto. Ecco, abbiamo introdotto l’argomento di oggi, che si basa sulla sacra triade RAGAZZO BRUTTO – RAGAZZA BELLA – SFIGA NERA.

Prendete un tipo bruttino: dovrà sbattersi un bel po’ per trovare una ragazza decente, sta scritto nel libro della vita. Oppure può fare come i geni qui sotto e, tramite un fotomontaggio fatto col culo, photoshopparsi la ragazza accanto. Peccato che si vede, ma proprio subito, senza nemmeno bisogno di una perizia del RIS di Parma. Con questa dubbia mossa, il bruttino, che partiva già con un bel bagaglio di sfiga originaria, la amplifica per infinito, risultando una persona che avrebbe fatto perplimere Darwin.

A parte i poveracci che si mettono accanto delle tipe disegnate, ritagliate dai manga a sfondo sessuale, così almeno se qualcuno ha da ridire, la buttano sul “tanto non me l’avrebbe data lo stesso perché non esiste” e dormono bene la notte, ma i campioni del mondo della figura di merda sono questi poveri orrori che si fotografano nell’atto di abbracciare modelle, ragazze conosciute o sconosciute, da soli, nell’intimità della loro cameretta, col braccino penzoloni a cingere il vuoto che alberga nella zona del loro cervello dalla quale hanno partorito questa idea del cazzo. Oppure quelli che mettono la loro facciona sopra quella del tipo che davvero se la bombava la ragazza, in modo da far capire al mondo che SI’ SONO VERGINE EMBÈ? UNA VOLTA ERA UN VALORE. Tutte le tipe scontornate malissimo, che nemmeno il nerd a modo gli riesce fare

Ok, fine del discorso. Nascosto tra questa illuminante galleria, ho messo anche una mia foto, vera, di quando uscivo con Angelina Jolie, così per fare invidia a questi sfigati.

FONTE | sobadsogood.com x35 Lonely Guys Resort To Photoshopping Their Own Girlfriends.jpg.pagespeed.ic .wgAV44dz11 J7qtmxT 1LU3hDb fTjinDr JnIcTQT uOIPzcm gZmbAiv QYFwIa9 tGWPxDT CmYVxDH bhFa5gV I4fiqeW 6BvuNaw 2CUVVd3 CEDeP7Z n0jvIytioSSnxzfO 0v0WTKl ekePop6 2DIv7K6 lu36e2Q n2TeBT3 DEspIw9 DtwKI47 zSYZiRv BkvkNLR I9ah2X6 syPVtPO

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >