Society
di Mauro Del Rio 14 Gennaio 2016

Un grafico racconta l’inevitabile estinzione dei tassisti

E non sono l’unica categoria a rischio: le evoluzioni tecnologiche cambieranno tutto il mondo dell’automobile

goldman

 

Mi è capitato sotto gli occhi un interessante grafico di Goldman Sachs, una delle più grandi banche d’affari del mondo che si occupa principalmente di investimenti bancari e azionari. Lo schema mostra chiaramente come le licenze individuali da tassista a New York hanno perso quasi metà del loro valore tra Giugno 2014 (circa 1,1 milioni di dollari) e Aprile 2015 (circa 600mila dollari).

I taxisti sono in difficoltà, ma possono sopravvivere e prosperare”. L’ho letto proprio oggi. Seguiva una lista di 10 cose da fare per prosperare: da “fare disegnare gli interni da Anish Kapoor” a “indossare guanti bianchi”. Vabbe’: l’ho letto su una rivista di carta che si occupa di prevedere il futuro. “Medico, cura te stesso” diceva il saggio.

Mi metto nei panni del proletario di un sobborgo di New York che ha fatto il mutuo per comprare il Medallion (la licenza americana da tassista). Pensando una cosa tipo “costa un botto, ma mi dà un lavoro a Manhattan, è un assegno circolare e il valore è sempre aumentato negli ultimi 30 anni”. E adesso si trova ad avere perso 50mila dollari al mese per un anno, probabilmente senza la possibilità vera di rivendere la licenza (chi la comprerebbe con un grafico del genere?). Tutto questo mentre probabilmente i suoi figli tornano a casa la sera usando servizi come Uber.

 

maxresdefault  L’ interno della nuova Mercedes Concept F015, l’auto si guida da sola

 

Nonostante l’incazzatura comprensibile della categoria, indietro non si torna, ovviamente. Il servizio sharing è migliore, più economico, più efficiente. Vincerà: ha già vinto, il grafico di cui stiamo parlando è la rappresentazione plastica di questo concetto.

In realtà l’impatto della tecnologia sul mondo delle auto sarà molto molto più grande. Per Uber (o chi per loro) taxi e noleggi sono solo l’antipasto. Dopo si divoreranno tutta l’industria dell’automobile come la conosciamo. Le auto odierne sono quasi sempre ferme (almeno il 95% del tempo); condividendole prima, e lasciando che si guidino da sole poi, funzioneranno in continuazione o quasi; e quindi ce ne saranno infinitamente meno e non saranno di proprietà dei singoli consumatori. Si comprerà il servizio, non il bene.

Tra 10 anni ci sembrerà incredibile che si sia sprecata tanta energia e tanto materiale per costruire cose che non usavamo quasi mai, che abbiamo passato ore e ore al volante (magari fermi nel traffico). Che abbiamo sacrificato un milione di vite umane all’anno in incidenti stradali.

Resta che le auto (e a volte anche i taxi) sono oggetti bellissimi. Come già adesso per il vecchi supporti musicali in vinile, saranno fantastici oggetti da collezione e opere d’arte. Per quanto mi riguarda, ho deciso: la prossima auto che comprerò sarà l’ultima, e sarà bellissima.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >