Society
di Dailybest 30 Maggio 2013

25 verità per chi lavora nelle agenzie creative e di comunicazione

Chiunque lavora in agenzie creative e nella comunicazione in generale, può raccontare l’esistenza di un ecosistema che vive con proprie leggi naturali. Se lavorate con la comunicazione, la pubblicità, la creatività, il digitale e avete a che fare con grandi clienti, probabilmente ritroverete quasi tutti queste verità all’interno della vostra vita quotidiana. Fateci un brainstorming e diteci cosa ne pensate. ASAP.

(e se invece siete dei programmatori vi consigliamo ques’altro articolo)

1.Questa TAG CLOUD è un fatto quotidiano

creative-agency-keyword

2.Ricevere email come questa è normalità

Dear all, dopo il first sharing della Big Idea, vi mando un quick update in vista del prossimo meeting in cui definiremo anche il SOW.
Le business unit sono allineate con le chart presentate e condividono i benchmark presentati a livello sales e branding.
Siamo d’accordo nel mantenere una inspiration allineata con la brand image tradizionale, inserendo gli add-on discussi.
E’ necessario ora decidere la best implementation della strategy, definendo il concept guida nella sua versione disruptive, fermo restando la necessità di restare allineati sui pillar di riferimento e mantenendo la premiumness comunicativa.
Nel prox meeting, oltre ad un pitch con i local brand manager, dovremo definire l’execution di questi touch point

1. ADV Campaign: agency leads – tbd (image, script e production plan). definizione media plan e KPI.
2. BRAND IMAGE: attivare creative team per primo mockup
3. PROMO VIDEO: leading concept e what if change location
4. EXTRA CONTENT: budget tbd e valutare se troppo time consuming
5. PACK ACTIVATION: TBD
6. TERRITORY ACTIVATION: guerrilla, unconventional, eventi
7. PR: definire key point on/offline
8. MERCHANDISE: attivare gara
9. DIGITAL: definire ecosistema social e timing attivazioni
10. Partnership & Co-marketing: TBD con brand manager

3.Tutti odiano gli Update Meeting. Tutti.

Everyone hates status meetings.
Source: statigr.am

4.Quando nel viva voce non si sente nulla, sapete che dall’altra parte ci insultano o vi prendono in giro.

conf-call

5. Conclusa una conferenza telefonica, fate questo per essere certi di poter spettegolare su ciò che è stato appena detto

27 Things Advertising People Know To Be True
Image by Arielle Calderon

6. Gli inviti ai meeting sono la rovina delle vostre giornate

Meeting invites are the bane of your existence.
Source: allthingsadmin.com

7. Pranzare con un panino al computer è la normalità

Eating lunch at your desk is an everyday occurrence.
Source: statigr.am

8. Il cliente vuole sempre il Logo più GRANDE

Clients always want the logo to be BIGGER.
Image by Arielle Calderon

9.Preparare un nuovo progetto significa non dormire e perdere la sanità mentale

27 Things Advertising People Know To Be True
Source: whatshouldwecallsocialmedia.tumblr.com

10. Scovare QR Code in posti assurdi vi deprime

 Seeing QR codes in impractical places makes you shake your head.

Source: wtfqrcodes.com

11. Tendenzialmente la vostra azienda è un covo di pazzi

27 Things Advertising People Know To Be True

Source: youtube.com

12. Siete circondati da gente improbabile e surreale

There’s a ton of odd décor at the agency, and that’s the way you like it.

Source: statigr.am

13. Lavorate un numero assurdo di ore e uscire alle 18 è considerato un evento miracoloso

27 Things Advertising People Know To Be True

14. Confondete puntualmente il giovedì col venerdì

And mistaking Thursday for Friday is the absolute worst.

Source: weknowmemes.com

15. TUTTI sono SEMPRE in ritardo alle riunioni

People are always late for meetings.

Source: statigr.am

16. Nessun cliente approva la creatività al primo giro. Mai.

 The client will never approve your creative the first time around.

Source: statigr.am

17. Quando qualcuno “oggi è malato” sta sicuramente facendo un colloquio per cambiare lavoro

27 Things Advertising People Know To Be True

18. Cambiare lavoro è l’unico modo per avere un aumento

27 Things Advertising People Know To Be True

19. I vostri amici vi immaginano così al lavoro

how_to_become_a_successful_manager

20. E ogni dipartimento ha il suo stereotipo

And every department has its stereotypes.

Image by Arielle Calderon

21. Feste con colleghi e clienti sono incubi

business-party

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >