Society
di Simone Stefanini 26 Aprile 2016

L’allucinante video di Fabrizio Corona dal dentista è l’unica cosa da vedere oggi

In questi 4 minuti e mezzo sono racchiuse alcune tra le perle più trash dell’anno

SHGFJKHAGSD facebook.com

 

Per la rubrica Dailyworstche purtroppo ancora non abbiamo ancora creato ma istituiamo per l’occasione, vi presentiamo un video che ha dell’incredibile. È stato pubblicato il 24 aprile scorso e preso dalla pagina Facebook Cannizzo Studio Centro di Implantologia Dentale, e ci mostra ciò di cui sentivamo seriamente la necessità: Fabrizio Corona dal dentista. È un capolavoro. Sigla

 

 

Ora: a parte il fatto che ormai è evidente quanto Fabrizio Corona, ormai lontani i fasti dell’epoca scintillante in cui lanciava banconote false in autostrada dalla sua Bentley abbia bisogno d’attenzione e d’amore più di un cucciolo di foca smarrito su di un iceberg, ma in questi straordinari 4 minuti e mezzo sono compresse alcune tra le migliori pillole di trash – volontario? Involontario? Che importa! – della stagione.

Si parte con una musica pop-ambient in stile seduta di yoga e Fabrizio che, finalmente libero, se ne va in giro con aria mesta, barba incolta e capelli arruffati. Come mai? I suoi denti, è ovvio.

 

Schermata 2016-04-26 alle 14.55.16 facebook.com

 

Stacco. Entra in scena il dottor Cannizzo, luminoso quanto un tronista di Maria, barba perfettamente regolata, colorito tendente all’arancione ed erre moscia d’ordinanza, che istruisce le sue infermiere sul curioso caso dei denti di Fabrizio Corona. Regia, uno screenshot per favore.

 

Schermata 2016-04-26 alle 14.57.08 facebook.com

 

Le Charlie’s Angels dell’ortodonzia ascoltano, finché l’infermiera dal kimono fucsia spiega a uno sbattutissimo Corona ciò che il guru della dentizione Cannizzo sta per fargli alla bocca: Faber guarda l’obiettivo e sussurra “Ho scelto il dottor Cannizzo perché è l’unico che mi ha fatto passare la paura di  farmi mettere le mani in bocca”. La signora risponde che loro puntano molto sull’empatia e sul DISCORSO DELLA PAURA. E lì, si vola

 

Schermata 2016-04-26 alle 15.03.05

 

Intanto il dottore applica un gel sulla gengiva e a Fabrizio viene la faccia del serial killer, ma d’altronde questo video per lui è un lavoro, e allora si costringe a placarsi, nel mentre Cannizzo gli spiega che ha quattro denti da devitalizzare. Dura la prigione per l’igiene orale.

 

Schermata 2016-04-26 alle 15.10.53 facebook.com

 

Salto. Un mese dopo Fabrizio dev’essere passato anche dal parrucchiere perché ha l’aria meno sbattuta e si guarda i denti con la stessa aria sveglia delle mucche quando guardano passare i treni.

 

Schermata 2016-04-26 alle 15.14.31 facebook.com

 

Ma il massimo si raggiunge alla fine, quando Faber esce dalla clinica e torna nella sua magione, in cui finalmente può togliersi la fastidiosa camicia e rimirarsi i denti mediante l’uso degli addominali tatuati. Poi c’è una dissolvenza in nero che fa da incipit a nulla che la nostra immaginazione voglia esplorare.

Tutto bellissimo, ne vogliamo altri, anzi: speriamo che questa collaborazione tra Fabrizio Corona e il mondo dell’implantologia prosegua a lungo, almeno per un’altra puntata.

 

Schermata 2016-04-26 alle 15.17.26 facebook.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >