Society
di Stefano Yamato 19 Dicembre 2011

Wonderland: la monumentale copia cinese di Disneyland abbandonata nel deserto

Nonostante la globalizzazione, la Cina continua ad essere un pianeta che gira attorno a se stesso, con misteri e contraddizioni difficili da spiegare. Per molti viaggiatori, rappresenta uno dei luoghi più affascinanti del mondo con la Muraglia Cinese, ancora oggi, considerata una delle meraviglie dell’umanità. In Cina esistono però molti altri luoghi che meritano o, meglio, avrebbero meritato una visita. Tra questi, le “Rovine di Wonderland”, un’opera monumentale che avrebbe dovuto diventare una copia, in grande, di Disneyland, ma che oggi è abbandonata in un deserto decadente, a testimoniare come la Cina viva al tempo stesso un’espansione incontrastabile ed una crisi profonda.

Nata con l’ambizione di diventare il più grande parco giochi di tutta l’Asia, Wonderland è situata a meno di un’ora da Pechino e si estende in un’area enorme di oltre 100 ettari. L’avvio dei lavori per questo immenso parco giochi risale ormai a dieci anni fa, ma i finanziamenti sono stati interrotti a causa di controversie tra governo e contadini locali. Oggi restano solo delle sterminate rovine di scheletri, su cui si staglia un imponente castello principesco. I terreni sono ora stati nuovamente invasi dai contadini che hanno ripreso a coltivare le loro piantagioni di granturco, riso ed ortaggi attorno alle rovine, come se niente fosse e senza alcun timore che i lavori comincino di nuovo. Senza alcun controllo sulla sicurezza (cosa molto rara in Cina), le rovine diventano sorta di capannoni per gli attrezzi ed all’occorrenza dei ripari da sole e pioggia.

Un ammasso di acciaio e cemento, attorno al quale la vita rurale si muove noncurante. Esempio di decadenza per una Cina che nell’ultima decade ha sperperato denaro, distruggendo e deturpando con noncuranza l’ambiente in nome di una crescita indiscriminata della nuova economia privata.

Wonderland sembra quasi un monito per la società cinese, ma probabilmente il suo messaggio resterà inascoltato e la grande macchina cinese proseguirà come se niente fosse.

FONTE | Reuters

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >