I capolavori di Dario Fo su Youtube in versione integrale

Così magari oltre a dire che era un genio, sapete anche perché era un genio

fo_teatro video completo dario fo youtube  Altri tempi: era il 1977

 

Il 13 ottobre ci ha lasciato a 90 anni Dario Fo. Drammaturgo da Premio Nobel – quello che vinse nel 1997 e gli fu annunciato in auto, mentre con Ambra Angiolini partecipava al programma Milano – Romaattore, regista, scrittore, e poi pittore, attivista, uomo di multiforme ingegno.

Tutti in questi giorni di lutto lo ricordano come un gigante della cultura, e lo era, è una perdita che niente può colmare. Però, però. Però è anche molto bello, magari questo weekend, capire perché Dario Fo è stato un genio.

E in questo ci viene in aiuto Youtube. Sì, perché se volete vedere per la prima volta o rivedere alcuni dei capolavori immaginati da Dario Fo nel corso di una carriera lunghissima, sul “tubo” c’è solo l’imbarazzo della scelta. Diamo un po’ un’occhiata a cosa potremmo guardarci per ricordare o scoprire Dario Fo…

 

Mistero Buffo 

La “prima” di Mistero Buffo risale al 1° ottobre del 1969, a Sestri Levante. La giullarata popolare poi fu trasmessa anche in tv dalla Rai nel 1977, l’anno del punk: Mistero buffo è forse l’opera teatrale più nota di Dario Fo, fatta di monologhi ispirati ad argomenti biblici, dai vangeli apocrifi e dalla vita di Gesù. In una curiosa lingua inventata: il grammelot.

 

Morte accidentale di un anarchico 

La versione del video qui sopra risale al 1987, c’è anche un giovane Claudio Bisio, ma Morte accidentale di un anarchico risale a molti anni prima: fu messo in scena la prima volta a Varese il 5 dicembre del 1970. La commedia dedicata alla morte di Giuseppe Pinelli, il ferroviere anarchico indagato per la Strage di Piazza Fontana del 1969 – e volato giù dalla Questura di Milano in circostanze mai chiarite – costò a Fo oltre quaranta processi in tutta Italia.

 

La signora è da buttare

Meno nota delle precedenti, La signora è da buttare c’è integrale su Youtube, dove qualche anima pia ha caricato i video del ciclo Il Teatro di Dario Fo. Scritta nel 1967, è una commedia in due parti che prende in giro gli Stati Uniti d’America, i loro falsi miti e le politiche imperialiste applicate in giro per il mondo.

 

Dedalo e Icaro

https://www.youtube.com/watch?v=SsZWY_X_KiU

Questo è un frammento di Storia di una tigre e altre storie. Fidatevi: Dedalo e Icaro vale i poco più di 20′ che dura, è un piccolo grande affresco di un altro tempo che vale la pena guardarsi anche oggi. Nell’archivio Dario Fo e Franca Rame c’è qualche altra informazione, in caso vogliate saperne di più.

 

Dario Fo racconta Giotto e gli affreschi della Chiesa di Santa Croce a Firenze

Rispetto ai video precedenti è un bel salto nel tempo: siamo quasi ai giorni nostri, nel 2009, e Dario Fo è a Firenze. Ci racconta gli affreschi di Santa Croce, e c’è qualche sorpresa…

 

Ci ragiono e ci canto

Un documento di antropologia straordinario: e siamo sempre in tv, sul finire degli anni settanta. Nel 1977 in tv sulla Rai trasmettono anche Ci ragiono e ci canto, uno spettacolo di canti popolari a cui Fo lavorava già dal 1966. Guardatelo, guardate come eravamo non un secolo fa: ma se non ieri, l’altro ieri.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >