Viaggi
di Camilla Campart 31 ottobre 2018

I misteriosi Castelli di Cannero che emergono dalle acque del Lago Maggiore

Se non ci siete mai stati, oggi il consiglio ricade su una giratella ai Castelli di Cannero, pittoreschi e carichi di mistero, che si trovano sulla acque del Lago Maggiore.

Oggi per voi qualche sfiziosa curiosità sui Castelli di Cannero che emergono dalle acque del Lago Maggiore. Sarebbe assolutamente sensato se si trovassero nel comune di Cannero Riviera, invece no. E’ Cannobio a ospitarli, motivo per il qualche ci chiediamo perché non si chiamino Castelli di Cannobio, ma questo forse è un problema nostro.

Foto di Irene Grassi www.flickr.com Foto di Irene Grassi

Un po’ di storia: costruiti fra il 1200 e il 1300, i castelli hanno ospitato cinque fratelli Mazzardi originari di Ronco sopra Ascona. Simpaticamente chiamati “Mazzarditi”, ovvero “piccoli Mazzardi”, forse tanto cari non sono stati. Nel clue della contesa fra Guelfi e Ghibellini, imponendosi sulla popolazione locale per creare uno staterello privato, i Mazzarditi fecero dei castelli il loro luogo sicuro da cui monitorare e attuare diverse rapine.

La situazione è sfuggita loro di mano quando nel 1414 è subentrato a Milano Filippo Maria Visconti, che una mattina di una trentina d’anni dopo si è svegliato convinto di donare le isole al conte Vitalino, figlio di Filippo I Borromeo e Franceschina Visconti. Se vi state chiedendo che fine abbiano fatto i fratelli Mazzardi, si dice siano stati buttati nel lago con un sasso al collo. Non così difficile immaginare come siano morti.

Foto di Alien66 it.wikipedia.org Foto di Alien66

Abbiamo due motivazioni validissime da darvi per cui dovreste passare almeno una volta nella vita da qui. Tanto per cominciare, potreste essere fortunati e ritrovare qualcuno dei forzieri con ben più di due spicci dentro visto che i fratelli preferivano farli affondare in acqua piuttosto che accontentare il duca Filippo Maria Visconti.

In più, ciò che è rimasto dei Castelli di Cannero merita di essere visto perché estremamente suggestivo e luogo di residenza di varie specie di uccelli acquatici fra cui lo smergo maggiore, il cigno reale e il gabbiano reale. Fateci un pensierino, alla peggio potreste adocchiare un angosciante veliero fantasma che da tempo si aggira là intorno alla ricerca del bottino. Amanti del brivido, anche se l’atmosfera di Halloween pare il momento più indicato per avventurarvi in questo luogo, mosse avventate sono caldamente sconsigliate.

CORRELATI >