Viaggi
di Camilla Campart 10 Ottobre 2018

L’omaggio alla storia del Castello di Solfagnano e la volontà di rivivere il passato

Seduzione, storie, armonia sono ciò che più contraddistinguono il Castello di Solfagnano in Umbria

“Il castello di Solfagnano. La natura del bel paesaggio”, a cura di P. Belardi, S. Merli e M. Vaquero Piñeiro, è stato presentato il 6 ottobre da Philippe Daverio; alla presentazione è seguito un breve tour del castello stesso, polo di eccellenza per il turismo in Umbria.

Medioevo, storie di famiglie illustri del centro Italia, il depositarsi di una cultura, avvenimenti geopolitici, antichità e modernità, armonia ed energia: tutto questo è parte integrante del corso degli eventi relativi al Castello di Solfagnano.

Ed è proprio la famiglia di Pasquale, Chiara, Francesca e Paola Colaiacovo, attuale proprietaria del castello, ad aver accolto l’idea della pubblicazione di questo volume da collezione, che è stato presentato in anteprima il 6 ottobre 2018 da Philippe Daverio, critico d’arte e docente universitario.

L’intento è quello di scavare nel passato, ricercare le radici più profonde del luogo per poter regalare la sua bellezza ai tempi futuri. Situato nella valle del Tevere fra Perugia e Roma, ha stimolato attenzione e fantasia di diversi ricercatori e professori di diverse Università d’Italia.

La conferenza ha visto la partecipazione dei curatori del volume P. Belardi, S. Merli e M. Vaquero Piñeiro, Philippe Daverio in qualità di relatore e il Direttore della Direzione Generale Turismo Francesco Palumbo.

Il piano è decisamente ambizioso: colpire un target internazionale, in modo da attrarre il maggior numero di persone mediante l’organizzazione di grandi eventi, produzioni enologiche, virando in maniera strategica anche verso l’ambito del wedding tourism.

Dapprima parte dell’Abbazia di Santa Maria Valdiponte, in seguito alla divisione dei territori limitrofi, il Castello di Solfagnano ha subito diverse trasformazioni ed è stato proprietà di diverse famiglie fino ad arrivare allo stato attuale.

Seduzione, storie, armonia sono ciò che più contraddistinguono il Castello di Solfagnano, il cui vigoroso passato, non realmente passato, ritorna ed esorta l’uomo accompagnandolo in una ricerca minuziosa di particolarità e bellezze del luogo, in maniera tale che queste non siano dimenticate, ma al contrario estratte e trascinate nel presente per poter essere vissute nuovamente.

L’esaltazione della numerose e diverse sfaccettature, a testimonianza della personalità poliedrica del luogo, sono una costante, nonché punto di partenza per la valorizzazione del territorio volto alla messa in atto di un processo di rinascita globale all’interno di un panorama sfizioso di eventi e degustazioni.

Godetevi il volume e lasciatevi incuriosire dal Sito Ufficiale di Castello Solfagnano.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >