Viaggi
di Simone Stefanini 18 Giugno 2020

Tutto su Curon Venosta, il paese del campanile sommerso dal lago

Nel 1950 il vecchio paese fu sommerso da due laghi per crearne uno artificiale e lasciare spazio alla diga. Ciò che resta del paese storico è il campanile

Il comune di Curon Venosta si trova in Alto Adige, nella provincia autonoma di Bolzano. Da quelle parti l’aria è buona e ci sono un sacco di cose da fare per passare il tempo e tenersi in forma.

Ad esempio, per i turisti amanti della bici c’è la pista ciclabile dell’Adige, che è lunga 80 km e percorre tutta la Val Venosta nell’antica Via Claudia Augusta. Per fare un giro di tutta la valle potete utilizzare il treno panoramico, con le sue ampie finestre per ammirare il paesaggio e il Castel Coira a Sluderno, uno spettacolare castello del 1256.

Se poi siete bravi automobilisti e volete avventurarvi su per la strada tutta tornanti del Passo dello Stelvio, potrete anche godere del Parco Nazionale. Ma queste sono le mete classiche di quelli che decidono di fare una vacanza in Val Venosta.

La storia che vi raccontiamo invece è molto più strana: si narra che nell’anno 1950, gli abitanti di Curon siano stati informati dalle autorità che avrebbero dovuto evacuare le proprie abitazioni per lasciare spazio a una diga. La popolazione non voleva affatto quella costruzione e si rivolse persino al Papa per scongiurarne la costruzione, ma invano.

In quell’anno infatti, 163 abitazioni e la chiesa del paese furono sommerse dall’unione di due laghi, creando un bacino artificiale, il lago di Resia, che diventò il più grande del Trentino Alto Adige.

 

https://www.instagram.com/p/BUzp0RUhCRh/?taken-at=251238689&hl=it

Il nuovo paese fu costruito a monte del precedente e l’unica memoria che rimane del loro centro abitato originale, dei loro campi coltivati e delle loro case è il campanile della vecchia chiesa, che svetta dal lago e si erge verso il cielo, senza la terra che lo sostiene.

© Snowdog  © Snowdog

La visione del campanile è spettacolare e d’inverno, quando il lago è ghiacciato, si può addirittura raggiungere a piedi. Un gioiello nascosto d’Italia, che vale assolutamente la pena di visitare, anche come meta estiva alternativa, per stare un po’ al fresco ed evitare la folla.

Nel giugno del 2020, Netflix ha prodotto una serie tv dal titolo Curon, ambientata proprio nel paese del campanile sommerso. I protagonisti della serie tv sono i gemelli Mauro e Daria, che giungono in Val Venosta a seguito della madre Anna, originaria di Curon. Diventata ragazza madre a 17 anni, Anna è una donna in fuga dal dolore, che vuole ricostruirsi una vita lontana dall’ex marito. Cerca rifugio proprio nel suo paese natale: non sa, però, che quello è il posto peggiore in cui fuggire dagli incubi.

È proprio il momento giusto per una gita fuori porta in questo luogo pieno di fascino e mistero.

Cerca ristoranti a Curon Venosta

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >