Viaggi
di Sandro Giorello 23 Gennaio 2017

Il Roero spacca: breve guida alle colline più affascinanti del Piemonte

Certamente non conosciuta come le Langhe, è una delle zone più belle del Piemonte. Ve la raccontiamo con le foto di Carlo Avataneo

Il Roero nelle foto di Carlo Avataneo carloavataneo.com - Il Roero nelle foto di Carlo Avataneo

 

Definire il Roero come una delle bellezze nascoste d’Italia è sicuramente esagerato. Anche se non è famosa come le vicine Langhe, è una zona del Piemonte che da anni raccoglie migliaia di turisti da tutta Europa che vengono a godersi la sua cucina e i suoi vini. Dal 2014 è anche entrato nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Quello che non tutti i sanno, però, è che queste zone regalano dei paesaggi davvero affascinanti e non sempre il turista che capita da quelle parti per pochi giorni ha la fortuna di scoprirli. Perché va bene farsi un giro per le varie cantine o visitare uno dei tanti borghi presenti nei paraggi ma non sempre si nota come queste colline – magari in autunno in una mattina di nebbia o in inverno dopo una nevicata pesante – possano trasformarsi in qualcosa di davvero magico.

Ce lo spiega bene Carlo Avataneo, un fotografo di Carmagnola – un paese non troppo distante da Torino – che da più di trent’anni si è innamorato di queste zone e gli ha dedicato un lungo progetto fotografico. Molti dei suoi scatti sono andati a comporre il libro Roero e tre calendari dedicati dedicati ai tre aspetti per lui più evocativi in assoluto: le rocche, gli alberi, le viti.

 

Gli alberi www.carloavataneo.com Gli alberi

 

È dal 1997 che dedico scatti al Roero” – commenta AvataneoOggi tutti ne parlano, ma allora presentare il Roero come terra turistica tutta da scoprire, eravamo davvero in pochi. E ne sono orgoglioso perché credo di aver dato, tra i primi, e di dare tuttora il mio bel contributo di conoscenza al Roero attraverso le mie fotografie. Per la trilogia dei miei ultimi tre calendari (2015-16-17) ho scelto i tre elementi che ritengo sostanziali. Innanzitutto le “Rocche”, dono del fiume Tanaro che le modellò 200.000 anni fa e attraversano il territorio sotto forma di una profonda e spettacolare spaccatura per una lunghezza di una decina di chilometri. Poi gli “Alberi”. Quale altra terra di vigne ha una simile varietà naturalistica? Castagni centenari, pini silvestri, querce, faggi, olmi che popolano boschi e radure o si aggrappano ai bordi della Rocche. E gli alberi da frutta: ciliegi, peschi, peri e meli, albicocchi e cachi, i noccioleti rendono il territorio area di eccellenza per biodiversità, produzione e commercializzazione della frutta.

Ovviamente in racconto del genere non può mancare un capitolo dedicato al vino: “Metà del reddito roerino deriva dalla frutta, l’altra metà dal vino” – conclude Avataneo – “E quindi ecco il terzo elemento: “I paesaggi del vino”, il frutto della secolare interazione dell’uomo con la natura nel modellare le colline con la coltivazione della vite, che con i suoi vitigni –barbera, nebbiolo, arneis, brachetto- fa volare alto il nome Roero nel mondo.

 

Monteu Roero carloavataneo.com/ - Monteu Roero

 

Nella zona del Roero si contano almeno una trentina di paesi. L’unica città più grande è Bra, con i suoi 30.000 abitanti, i restanti sono borghi decisamente più piccoli ma vale la pena visitarli. Fare un elenco esaustivo è certamente difficile, ecco cosa ci risponde Carlo: “dovendo proprio scegliere –ma so di fare dei torti gravissimi- direi che i luoghi dove trovi il genius loci sono per me Monteu Roero, le Rocche di Pocapaglia, Santo Stefano, Canale e i suoi dintorni, Montaldo. Ho risposto, ma come si fa a lasciar fuori Monticello, Sommariva Perno, Castellinaldo, Govone?”.

Vi consigliamo quindi di prendervi un’intera settimana e visitare più paesi possibili, magari tra ottobre e novembre quando gli alberi cambiano le foglie e si colorano di sfumature stupende. Molte informazioni le potete trovare sul sito Roeroturismo.it

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >