Viaggi
di Gabriele Ferraresi 10 Maggio 2016

Savogno, il magico borgo fantasma nascosto tra boschi e cascate

In Lombardia c’è un paesino abbandonato dagli anni sessanta che vale una visita

Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi  Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi – Foto: Gabriele Ferraresi

 

Non è semplice arrivare a Savogno, un paese fantasma in provincia di Sondrio, neanche oggi. E forse anche per questo motivo questo borgo diroccato rimane un piccolo e amato segreto tra gli amanti della montagna in Lombardia e non.

Semi-disabitato ormai dalla fine degli anni ’60, secondo Wikipedia dal censimento del 2011 vi risultava un solo residente. Oggi chi è cresciuto in questo minuscolo paesino aggrappato alle montagne accarezza i suoi ricordi sui social media, in un gruppo Facebook di memorie, foto in bianco e nero, e soprattutto facce da italiani d’altri tempi.

E a Savogno, oggi, non c’è quasi più nessuno.

 

 

A girare oggi per il borgo oltre a casette di pietra diroccate e crollate da chissà quanto però sembra ci sia anche qualche casa abitata, magari seconde case che vengono utilizzate solo per villeggiatura. Del resto, il luogo è meraviglioso. Ma dove siamo?

Siamo a un paio d’ore di viaggio da Milano, sono circa 120 km, tutti di strade statali: e quello è solo l’inizio, perché una volta arrivati “sotto” Savogno, alle bellissime Cascate dell’Acqua Fraggia, comincia l’avventura. Per salire fino alla Savogno che vedete nelle immagini c’è da fare una bella passeggiata, partite preparati e soprattutto con scarpe adatte, perché non è una camminata da fare in ciabatte.

 

Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi  Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi – Foto: Gabriele Ferraresi

 

Qualche dettaglio in più? Chi ama la montagna nel corso degli anni ha descritto in maniera molto dettagliata come arrivare a Savogno, con diversi itinerari. Se decidete di andare a visitare questo magico borgo fantasma in Lombardia, potete però anche lasciare a casa il cibo visto che c’è un rifugio lungo la strada per Savogno, dove potrete rifocillarvi di prelibatezze locali.

Sul loro sito dicono di avere cambiato gestione, e su Trip Advisor le ultime recensioni risalgono al 2015. Per cui se decidete di partire, prima fate una telefonata per scoprire se è aperto.

 

Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi  Savogno, il borgo fantasma nascosto tra cascate e boschi – Foto: Gabriele Ferraresi

 

Una volta arrivati lì però cosa troverete? Un borgo fantasma minuto e delizioso, una bolla rimasta fuori dal tempo dove girare tra vicoli e stradine di ciottoli: le foto che vedete hanno qualche anno, ma non c’è motivo di credere che oggi ci sia qualcosa di diverso, almeno a quanto ci fa vedere Google Maps.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >