Viaggi
di Mattia Nesto 17 Maggio 2021

Viaggio nei luoghi del cuore di cmqmartina

Abbiamo raggiunto l’artista brianzola per fare un viaggio assieme attraverso i luoghi che hanno un significato particolare nel suo percorso, come artista e come persona.

Lo scorso 14 maggio è uscito il suo nuovo singolo, Pensieri sbagliati ma, senza dubbio, gli ultimi 365 giorni per la cantautrice brianzola sono stati un vero e proprio ottovolante. cmqmartina è passata dall’ esibirsi nei piccoli quanto gloriosi locali di Milano (tra cui l’indimenticabile Circolo Ohibò di Corso Lodi) alla fama raggiunta durante l’ultima edizione di X-Factor. Martina sarà di nuovo al centro della scena al MI MANCHI, il festival targato Rockit che il prossimo 4, 5 e 6 giugno animerà il Circolo Magnolia con una cascata di buona musica e buone vibrazioni. Finalmente. Non vediamo l’ora di fare festa sulle sponde dell’ Idroscalo, nel frattempo, abbiamo raggiunto cmqmartina per fare un viaggio assieme attraverso i luoghi del suo cuore. Quei posti in cui è solita andare e tornare che hanno un significato particolare nel suo percorso, come artista e come persona.

Il primo posto che mi viene in mente quando si parla di luogo dove tornare, dove trovo più piacere a tornare, è La Spezia. Magari non proprio la prima città cui uno pensa quando si riflette sul concetto di bellezza urbanistica, ma per me ha un significato profondo, particolare e totale“. Curiosi da questa scelta, quantomeno bizzarra, abbiamo voluto approfondire l’argomento: Spezia per me vuol dire soprattutto la prima etichetta discografica. A Spezia, più precisamente a Sarzana, che tra l’altro è un paesino stupendo e pittoresco, ho mosso i primi passi nel mondo della musica in modo più serio. Si tratta di un luogo alla mano, un po’ alla buona, come del resto tutta quella zona. Ci ho vissuto per otto mesi e, un po’ per amore e un po’ per lavoro, questa città fa parte di me“.

Come secondo luogo del cuore Martina ci parla di una location tanto suggestiva quanto vicina, un posto che per la cantautrice rappresenta semplicemente casa. “Io sono di Monza, per me il Parco è stato sempre sinonimo di momenti di relax e concentrazione, molti pezzi sono nati stesi sull’erba. E poi il parco è un anche luogo di divertimento e bei ricordi, tutte le feste di compleanno dai tre anni fino ai quindici-sedici le abbiamo festeggiate lì“. cmqmartina prosegue poi nel suo discorso: “Avete presente quando a volte si dice che in quel posto si respira aria buona? Ecco il primo posto a cui penso quando si tratta di aria buona è il parco di Monza“.

Un altro luogo simbolo -non solo di cmqmartina ma di tutto il suo immaginario come artista- è una vera e propria cattedrale per il popolo della night life meneghina.”Oh mamma, quanto mi manca il Tempio, come fare per non citarlo. Quante cose belle sono successe al Tempio del Futuro Perduto, quanti pezzi incredibili ascoltati, quante canzone assurde ballate e quanti incontri indimenticabili. Il Tempio per me non è solo un luogo del cuore ma proprio un luogo identitario, quel posto dove per la prima volta potevi fare tardi, rientrando a casa, alle sei del mattino piano, per non svegliare i tuoi dopo una serata selvaggia che ti aveva fatto conoscere un botto di nuova musica.” Parlando del Tempio non possiamo non pensare alla situazione in cui versano i club in Italia letteralmente abbandonati dalle Istituzioni, continua l’artista: Una vera catastrofe perché luoghi come il Tempio non sono semplici club per ballare. Un centro sociale come il Tempio è, prima di ogni altra cosa, un polo dove si fa cultura, dove si insegna l’italiano alle persone straniere di Milano, dove si fanno dibattiti e si conoscono persone appartenenti agli ambiti più disparati. Senza il Tempio, insomma, sarei stata molto diversa“.

La copertina dell’ultimo singolo – Ph. Jessica De maio  La copertina dell’ultimo singolo – Ph. Jessica De maio

Cambiando totalmente prospettiva, si passa questa volta al prossimo viaggio dell’artista monzese: “Di base io sono una che ama molto il caldo, ma se dovessi dirvi un posto che mi piacerebbe visitare al più presto direi il nord Europa. Trovo che la Norvegia con i suoi fiordi e i suoi paesaggi possa essere un luogo perfetto non solo per ricaricarsi ma anche per trovare nuovi spunti dal lato artistico. E poi una volta nella vita devo assolutamente vedere l’aurora boreale!“.

Al termine della nostra intervista ci promettiamo di vederci al Magnolia. “Non veda davvero l’ora di tornare all’Idroscalo. Se mi aveste chiesto un posto dove mi sarebbe piaciuto suonare al più presto avrei risposto a occhi chiusi il MI AMI. Sono stata a tutte le edizioni, insomma, il MI MANCHI arriva come un Natale fuori stagione“-

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >