In Cina stanno pensando a un autobus sopraelevato che passa sopra alle macchine

Per superarlo basterà passargli sotto. Vediamo come funziona

Ambiente
di Marcello Farno 25 maggio 2016 16:52
In Cina stanno pensando a un autobus sopraelevato che passa sopra alle macchine

 

Le statistiche di solito non mentono e raccontano che in Cina ogni anno vengono introdotti sulla strada circa 20 milioni di nuovi veicoli. Automobili che oltre ad alzare i livelli di inquinamento causano incidenti e ingorghi infernali, paralizzando a più riprese le grandi arterie del paese.

Un problema molto simile a quello di altre metropoli europee e americane, che però dalle parti di Pechino sembrano essere intenzionati a risolvere. In che modo?

Grazie alla tecnologia ovviamente, e a una visione infrastrutturale radicalmente proiettata nel futuro. Durante la XIX edizione dell’International High-Tech Expo, svoltasi a Pechino negli scorsi giorni, è stato presentato il progetto di un autobus urbano capace di trasportare dei passeggeri senza occupare spazio in strada.

 

 

Il bus “scivolerebbe” letteralmente sulla strada inghiottendo le auto, quasi come una grossa galleria in movimento. Potrebbe trasportare circa 1400 passeggeri, viaggiando fino a 65 km/h e garantendo la libera circolazione di tutti i veicoli alti fino a 2,10 metri. E, come tocco estetico in più, il suo ventre potrebbe simulare anche il colore del cielo.

L’autobus prenderebbe il posto di 40 auto, diminuendo il consumo annuo di carburante di 800 tonnellate e le emissioni di carbonio di quasi 2500 tonnellate. E la sua produzione risulterebbe anche meno costosa di quella di un qualsiasi sistema metropolitano.

L’azienda Transit Explore Bus sta attualmente lavorando a un primo modello, che dovrebbe essere testato in estate. Se la cosa dovesse avere successo, dalla Cina sarebbe destinato ad arrivare un deciso segnale di rivoluzione nel campo dei trasporti pubblici e delle infrastrutture urbane.

 

autobus del futuro Treehugger

 

In realtà però l’idea non è così “nuova” come si potrebbe credere. Nel 1969 i due architetti Craig Hodgetts e Lester Walker in un articolo pubblicato sul New York Magazine, dall’emblematico titolo Redesigning New York – An Immodestal Proposal, avevano immaginato un sistema simile sempre per ovviare al problema del traffico e dell’inquinamento. L’autobus, ribattezzato Bos-Wash Landliner, passando da New York avrebbe collegato le città di Boston e Washington, navigando a pelo d’aria a circa 320 km/h.

FONTE | citylab.com

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)