Ambiente
di Pietro Raimondi 12 Aprile 2016

Come cambierebbe il mondo se domani diventassimo tutti vegetariani?

Perché in futuro forse non potremo più permetterci di mangiare carne

Poco meno di un mese fa AsapScience – un canale YouTube canadese che divulga temi scientifici attraverso brevi e interessanti contributi –  ha pubblicato un video che sintetizza la risposta che gli scienziati hanno dato a una domanda non da poco: se dopodomani ci svegliassimo tutti vegetariani, come cambierebbe il mondo?

Lo scenario è evidentemente improbabile, ma la risposta muove dalla volontà di capire quali sarebbero le conseguenze di questo cambiamento sulla saluta del nostro pianeta. E la risposta è piuttosto ovvia: se non mangiassimo più carne, avremmo più spazio, meno inquinamento e più acqua.

 

Lo spazio

VEG SPAZIO YouTube

33 milioni di chilometri quadrati di terreno, nel mondo, sono impiegati per l’allevamento. È un’area grande più o meno come l’Africa, senza contare le terre impiegate per la coltivazione di cibo destinato ad animali. Se queste terre all’improvviso non avessero più uno scopo certamente non sarebbero immediatamente coltivabili, dovremmo adattarle e sarebbe un lavoro spropositato, ma, se ospitassero piante nuove, contribuirebbero sensibilmente a trasformare la CO2 in ossigeno, aiutando la Terra a respirare. Inoltre il numero di esseri umani continua a crescere: uno spazio del genere a nostra disposizione farebbe stare sicuramente tutti meno stretti.

 

L’inquinamento

VEG METANO YouTube

Gli animali producono moltissimo metano, contenuto nelle loro feci e nelle loro flatulenze. Il metano ha un potenziale di riscaldamento globale 25 volte superiore all’anidride carbonica; questo fatto, assieme al disboscamento necessario per creare pascoli, fa sì che circa il 15% della produzione di gas serra abbia a che fare con l’allevamento: più di tutti i treni, le automobili e gli aerei del mondo messi assieme. Ridurre il consumo di carne potrebbe effettivamente aiutare a ridurre il cambiamento climatico.

 

L’acqua

VEG ACQUA YouTube

Ci vogliono 15.000 litri di acqua per produrre una bistecca di un chilo di vacca, 6.000 per un chilo di maiale e 4.000 per il pollo. Per un chilo di cereali invece occorrono 1.600 litri d’acqua, 900 litri per un chilo di frutta e 300 litri per un chilo di verdure da giardino. Anche tenendo conto del maggior apporto energetico della carne, il rapporto acqua impiegata/calorie è comunque a vantaggio dei vegetali.

 

L’economia

VEG ECONOMIA YouTube

In questo idilliaco mondo vegetariano, tuttavia, dovrebbero vivere un miliardo di persone che al momento lavorano all’allevamento di animali. La sparizione di questa attività umana implicherebbe il collasso dell’economia. I progressi che sta comportando la diffusione di attenzione al consumo di carne nei paesi occidentali (in Italia, ad esempio, il 6,5% della popolazione è vegetariana) sono ampiamente invalidati dalle tendenze di paesi come la Cina e l’India, dove le persone diventano sempre più ricche e mangiano sempre più carne.

 

VEG YouTube

 

Insomma, l’utopia di un mondo decarnivorizzato risulta ancora molto lontana: eppure è un passo che conviene prepararsi a fare. Liberarsi di colossali allevamenti di animali – aldilà del dibattito etico che riguarda ciascuno individualmente – potrebbe essere l’unica decisiva soluzione all’aumento della popolazione umana e all’equilibrio del pianeta.

Del resto, come ci hanno spiegato le ragazze di Entonote al Better Days Festival, non è per forza vero che una bistecca sia più appetitosa di una manciata di insetti.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >