Art
di Sandro Giorello 13 Ottobre 2016

Elena Xausa e il suo mondo di creature immaginarie

Ha un tratto minimale con cui realizza personaggi buffi e surreali. Elena Xausa è un’illustratrice di talento con uno spiccato gusto pop. La nostra intervista

elena-xausa elenaxausa.com - Le illustrazioni di Elena Xausa

 

Elena Xausa è una bravissima illustratrice di Venezia. La si riconosce per un tratto sottile e minimale con cui crea figure spesso surreali e molto pop. Dopo un lungo periodo a Berlino ora è tornata in Italia, a Milano. Ha lavorato con moltissimi brand – Nike, Calzedonia, Moleskine, Gas, Sergio Tacchini e tanti altri – e ha pubblicato i suoi disegni su testate del calibro del New York Times. Le abbiamo chiesto di selezionare per noi un piccolo portfolio con le sue illustrazioni più belle e di rispondere a qualche nostra domanda.

 

Se dovessi definire il tuo stile in una parola sola quale sceglieresti?
Essenziale.

C’è un lungo studio dietro ad ogni tuo disegno?
Dipende da quanto conosco il cliente o l’argomento dell’articolo che devo illustrare. Lavorando con tempistiche strettissime non c’è mai purtroppo il tempo di fare una ricerca approfondita. La ricerca la conduco per conto mio nel tempo libero o nel weekend, è una ricerca principalmente visuale ma spesso vado alla deriva su tematiche non prettamente connesse al lavoro.

Sembra che ti piaccia giocare con gli oggetti, a volte anche con il con il cibo. Come mai?
Questo accade perché non sempre mi sento a mio agio nel lavorare con le figure umane, soprattutto nel caso delle composizioni. Le figure umane compiono sempre delle azioni che creano narrazione, quindi a volte preferisco la staticità della verdura o dei tostapane. Quando invece ho bisogno di raccontare una piccola storia uso in maniera più disinvolta i soggetti umani.

elena-xausa-illustratrice22 elenaxausa.com - Le illustrazioni di Elena Xausa

 

La scelta di usare il bianco e nero o, al contrario, di prediligere i colori da cosa è dettata? Dal progetto, dall’ispirazione, altro?
Sono delle scelte d’ispirazione direi. Molto spesso quando si lavora si ha già in mente il risultato finale. Quindi non servirebbe nemmeno fare una bozza perché il disegno è già visualizzato nella testa. A volte la testa pensa a colori, a volte invece preferisce immaginare con la drammaticità del bianco e nero. Talvolta invece la testa che vuole imporsi è quella del cliente e bisogna scegliere bene le parole per fargli cambiare idea.

Ci possono essere dei cartoni che in qualche modo rientrano tra le tue principali fonti di ispirazione?
No, non saprei… forse il film dei Beatles Yellow Submarine per alcuni personaggi di fantasia.

 

elena-xausa-illustratrice37 elenaxausa.com - Elena Xausa per Nike alla Treesse di Milano

 

Hai lavorato con moltissimi brand e con i magazine più diversi, ti stimola lavorare su commissione?
Solitamente sì, è bello scambiare opinioni sul proprio lavoro e sentirsi riconosciuti nel proprio ruolo.

I due occhi che hai scelto come logo di chi sono?
Sono proprio i miei, dietro gli occhiali. Si muovono da destra a sinistra nell’header del mio sito, come se leggessero la realtà.

 

elena-xausa-illustratrice15 elenaxausa.com - Il babau

 

C’è una delle tue figure, o uno dei tuoi personaggi, a cui sei particolarmente affezionata?
Mi piace molto il Babau che è un personaggio mascherato un po’ inquietante. Cerco di inserirlo in qualsiasi lavoro ma nessuno lo capisce. Purtroppo viene quasi sempre rifiutato e allora si rimette a sedere lì sull’angolo della scrivania con le gambe a penzoloni.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >