Il nuovo logo Enel non è grafica, è un racconto

E l’ha pensato l’agenzia Wolff Olins, mentre il logo precedente era firmato da Bob Noorda

enellogoantep Enel Brand Guidelines - Il nuovo logo di Enel

 

Oggi Bob Noorda, il leggendario designer olandese, è morto. Di nuovo: e questa volta per sempre. Oggi finisce definitivamente un’epoca, quella in cui i loghi delle grandi società venivano progettati dai designer. Prima di commentare il nuovo logo di ENEL però, facciamo un salto indietro: al 1998, mica gli anni 60 eh. Due delle più grandi commodity italiane, Eni e Enel, commissionano nello stesso anno il redesign dei loro loghi al maestro olandese, ormai da tempo attivo a Milano.

Progetti diversi, ma stesso approccio: grande attenzione a questioni formali, tipografiche e cromatiche, seguendo l’idea secondo cui il logo è il minimo comune denominatore dei valori e della storia di un’azienda, è semanticamente potente e non deve passare di moda, è disegnato per durare, se non per sempre il più a lungo possibile.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.49.27 Enel Brand Guidelines - Alcuni usi del nuovo logo di Enel

 

Guardare oggi Bob Noorda in questo video dell’archivio Enel in cui racconta in modo semplice eppure affascinante la genesi del suo progetto, fa davvero effetto, e purtroppo quasi tenerezza. E lo diciamo con tutto il rispetto verso una figura monumentale del design grafico mondiale.

Il mondo è cambiato, e anche noi designer dobbiamo farcene una ragione: non possiamo continuare a valutare (criticare?) i loghi utilizzando parametri che appartengono ad altri momenti storici, e che partono da una visione strettamente disciplinare del tipo “un buon logo deve funzionare così e cosà per essere definito davvero un buon logo”, perché purtroppo il parere dei grafici non interessa più a nessuno, ad eccezione dei grafici stessi, proprio con nel caso di TIM.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.49.49 Enel Brand Guidelines - Applicazioni del nuovo logo Enel

 

E anche la questione del “lo sapeva fare mia cuginetta di 6 anni coi pastelli” non ha davvero nessun senso (al massimo poi, per citare Munari, la cuginetta saprebbe RI-farlo, non farlo, ma non divaghiamo), ed ecco perché: un logo ormai trascende completamente il suo valore meramente grafico distintivo, diventando parte (spesso l’inizio) di una grande narrazione. Paradossalmente mai come oggi la questione del logo è strategica, e lo conferma il fatto che anche Google ha rivisto il suo marchio sfatando il primo dei grandi tabù del branding: mai cambiare il logo di qualcosa che è molto conosciuto e ha successo.

Se poi una società ha bisogno di riposizionarsi (vedi Eni tra il 2009 e il 2012, capostipite in Italia di questo genere di operazioni) allora è fondamentale ripartire dal logo, o meglio dal marchio: dal logo-design al branding in un giro di giostra. E così ha fatto Enel: in un colpo solo presenta logo e sito, lavorando su un appeal super-digitale capace di allontanarne la sua immagine anni luce da quell’aura vagamente ministeriale da cui erano avvolte le grandi commodity del nostro Paese.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.50.04 Enel Brand Guidelines - Uno screenshot dalle brand guidelines di Enel

 

Siamo seri, la nuova immagine di Enel, valutata in maniera complessiva con un approccio olistico al design e alla comunicazione è davvero interessante e quasi avanguardista se si considerano campo, portata e pubblico. Al progetto e alla strategia di comunicazione ha collaborato l’agenzia Wolff Olins – qui un video in cui raccontano il loro lavoro – e sono state coinvolte altre agenzie di comunicazione come Saatchi&Saatchi. È chiaro quindi che la questione non è “Enel ha un nuovo logo”, ma piuttosto Enel ha un nuovo racconto di sé, perché da oggi Enel è un nuovo brand.

Quanto durerà la nuova immagine? Il tempo di un racconto, appunto. O di un cambio di management. Solo una cosa è certa: in questa storia, purtroppo, non c’è più posto per Bob e per quelli come lui. Siamo tutti avvertiti.

 

Il nuovo logo Enel Enel Brand Guidelines - Sempre dalle brand guidelines di Enel

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >