Il nuovo logo Enel non è grafica, è un racconto

E l’ha pensato l’agenzia Wolff Olins, mentre il logo precedente era firmato da Bob Noorda

enellogoantep Enel Brand Guidelines - Il nuovo logo di Enel

 

Oggi Bob Noorda, il leggendario designer olandese, è morto. Di nuovo: e questa volta per sempre. Oggi finisce definitivamente un’epoca, quella in cui i loghi delle grandi società venivano progettati dai designer. Prima di commentare il nuovo logo di ENEL però, facciamo un salto indietro: al 1998, mica gli anni 60 eh. Due delle più grandi commodity italiane, Eni e Enel, commissionano nello stesso anno il redesign dei loro loghi al maestro olandese, ormai da tempo attivo a Milano.

Progetti diversi, ma stesso approccio: grande attenzione a questioni formali, tipografiche e cromatiche, seguendo l’idea secondo cui il logo è il minimo comune denominatore dei valori e della storia di un’azienda, è semanticamente potente e non deve passare di moda, è disegnato per durare, se non per sempre il più a lungo possibile.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.49.27 Enel Brand Guidelines - Alcuni usi del nuovo logo di Enel

 

Guardare oggi Bob Noorda in questo video dell’archivio Enel in cui racconta in modo semplice eppure affascinante la genesi del suo progetto, fa davvero effetto, e purtroppo quasi tenerezza. E lo diciamo con tutto il rispetto verso una figura monumentale del design grafico mondiale.

Il mondo è cambiato, e anche noi designer dobbiamo farcene una ragione: non possiamo continuare a valutare (criticare?) i loghi utilizzando parametri che appartengono ad altri momenti storici, e che partono da una visione strettamente disciplinare del tipo “un buon logo deve funzionare così e cosà per essere definito davvero un buon logo”, perché purtroppo il parere dei grafici non interessa più a nessuno, ad eccezione dei grafici stessi, proprio con nel caso di TIM.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.49.49 Enel Brand Guidelines - Applicazioni del nuovo logo Enel

 

E anche la questione del “lo sapeva fare mia cuginetta di 6 anni coi pastelli” non ha davvero nessun senso (al massimo poi, per citare Munari, la cuginetta saprebbe RI-farlo, non farlo, ma non divaghiamo), ed ecco perché: un logo ormai trascende completamente il suo valore meramente grafico distintivo, diventando parte (spesso l’inizio) di una grande narrazione. Paradossalmente mai come oggi la questione del logo è strategica, e lo conferma il fatto che anche Google ha rivisto il suo marchio sfatando il primo dei grandi tabù del branding: mai cambiare il logo di qualcosa che è molto conosciuto e ha successo.

Se poi una società ha bisogno di riposizionarsi (vedi Eni tra il 2009 e il 2012, capostipite in Italia di questo genere di operazioni) allora è fondamentale ripartire dal logo, o meglio dal marchio: dal logo-design al branding in un giro di giostra. E così ha fatto Enel: in un colpo solo presenta logo e sito, lavorando su un appeal super-digitale capace di allontanarne la sua immagine anni luce da quell’aura vagamente ministeriale da cui erano avvolte le grandi commodity del nostro Paese.

 

Schermata 2016-01-27 alle 12.50.04 Enel Brand Guidelines - Uno screenshot dalle brand guidelines di Enel

 

Siamo seri, la nuova immagine di Enel, valutata in maniera complessiva con un approccio olistico al design e alla comunicazione è davvero interessante e quasi avanguardista se si considerano campo, portata e pubblico. Al progetto e alla strategia di comunicazione ha collaborato l’agenzia Wolff Olins – qui un video in cui raccontano il loro lavoro – e sono state coinvolte altre agenzie di comunicazione come Saatchi&Saatchi. È chiaro quindi che la questione non è “Enel ha un nuovo logo”, ma piuttosto Enel ha un nuovo racconto di sé, perché da oggi Enel è un nuovo brand.

Quanto durerà la nuova immagine? Il tempo di un racconto, appunto. O di un cambio di management. Solo una cosa è certa: in questa storia, purtroppo, non c’è più posto per Bob e per quelli come lui. Siamo tutti avvertiti.

 

Il nuovo logo Enel Enel Brand Guidelines - Sempre dalle brand guidelines di Enel

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >