Geek
di Elisabetta Limone 7 Giugno 2021

Elon Musk, il rivoluzionario

Elon Musk, l’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense, è sicuramente, insieme al suo collega Jeff Bezos, fondatore di Amazon, il businessman più chiacchierato del momento.

Elon è conosciuto in tutto il mondo soprattutto per essere il co-fondatore di Tesla, la multinazionale americana produttrice di auto elettriche (e non solo), che stanno ormai spopolando ovunque. Ma il suo successo non inizia con questa compagnia ma bensì nel 1995 quando Musk e suo fratello fondarono Zip2, un’azienda sviluppatrice e venditrice di guide cittadine online per giornali come il The New York Times e il Chicago Tribune. Dopo qualche anno l’imprenditore con cittadinanza canadese voleva diventare CEO ma questo non gli fu permesso, di conseguenza vendette il suo 7% per ben 22 milioni di euro. Dopo questo progetto, Elon investì il ricavato della vendita per fondare una compagnia di servizi finanziari online, ovvero X.com, la quale venne poi fusa con un’altra compagnia per creare l’attuale Paypal, che fu poi acquistata qualche anno dopo da eBay per una cifra superiore al miliardo di dollari.

In seguito a questa vendita Musk decise di intraprendere un nuovo percorso, fondando la sua terza compagnia, ovvero SpaceX, di cui è attualmente CEO e CTO. L’azienda, che nasce ufficialmente nel 2002, ha come missione principale quella di creare un’architettura per il trasporto tra pianeti di una massa che si possa totalmente riutilizzare. Questo sviluppo è iniziato ufficialmente solo nel 2014, ed è tutt’ora in fase di sviluppo, ma alcuni prototipi sono già attivi e pronti per testare il lancio del veicolo. Inoltre questa azienda aerospaziale è attiva anche nel rifornimento dell’ISS in collaborazione con la NASA, ed è attualmente una delle compagnie più chiacchierate tra gli investitori, in quanto dimostra la visione trasversale e futuristica dell’imprenditore di origine sudafricana.

Dopo SpaceX ovviamente arrivò il più grande capolavoro di Musk sin’ora, ovvero Tesla, che attualmente sfiora un fatturato di 32 miliardi di dollari. Tesla, nel corso degli anni, ha assorbito una serie di compagnie fondate e/o acquistate da Musk, come per esempio SolarCity, fornitrice di beni e servizi legati al mondo fotovoltaico, che è nata dall’idea dell’imprenditore americano di contrastare il riscaldamento globale.

Negli ultimi anni Elon ha però ampliato il suo portafoglio di aziende, creando una serie di compagnie del tutto rivoluzionarie e all’avanguardia. Una di queste è sicuramente Neuralink, una startup nanotecnologica che ha come obiettivo quello di sviluppare una serie di interfacce neurali, in maniera tale da poter collegare il cervello umano all’intelligenza artificiale. Senza dubbio un’idea decisamente innovativa che nei prossimi anni potrebbe rivoluzionare il mondo delle IA, malgrado ad oggi sia ancora in fase di progettazione.

Un altro campo su cui il visionario statunitense si è buttato, è quello dei trasporti, infatti ha progettato di creare un sistema futuristico di trasporto a velocità supersonica, ovvero Hyperloop. Questa architettura verrà sviluppata grazie alla collaborazione tra gli ingegneri di Tesla e quelli di SpaceX, e prevede la costruzione di una capsula che sarà posizionata su un cuscino ad aria forzata con diverse aperture sul fondo della stessa capsula, il tutto per ridurre gli effetti negativi della resistenza all’aria.

Un altro progetto simile è quello che è stato sviluppato dalla “The Boring Company”, un’altra compagnia dell’imprenditore che ha lo scopo di creare una serie di infrastrutture e tunnel sotterranei per diminuire sensibilmente il traffico cittadino.

Musk non è sicuramente un uomo comune, anzi è un signore con delle idee molto particolari e controverse, che hanno molto spesso scosso l’opinione pubblica americana e non solo. La più recente è quella dove l’imprenditore annuncia che probabilmente un gruppo di persone morirà nel momento in cui tenteranno di raggiungere Marte, parole che di certo non rassicurano gli astronauti che proveranno a mettere piede sul pianete rosso.

Di certo nel futuro di Elon Musk non ci dobbiamo aspettare un appiattimento delle sue idee con un passaggio alla produzione di cartucce per stampanti, ma bensì possiamo dire che molto probabilmente saranno ancora più rivoluzionarie con missioni spaziali sempre più stravaganti e creazione di automobili decisamente più futuristiche.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >