Geek
di Mattia Nesto 24 Settembre 2020

Graveyard Kids e la new-wave del fumetto italiano underground

Il primo volume di Davide Minciaroni, pubblicato da Edizioni BD, è una bomba

Ci sono delle volte in cui una canzone, un film, un videogioco o un libro ti rapiscono e ti prendono sin dalle prime battute. Ecco fate conto che, allo stesso modo, Graveyeard Kids di Davide Minciaroni, ci ha convinto sin scene iniziali.

Il primo albo pubblicato in questi giorni da Edizioni BD ci ha colpito per un tratto personalissimo, una storia che non rinuncia ai cliché dello shonen-manga ibridandoli però con alcuni riferimenti al fumetto underground e indipendente italiano e donandoci una storia piena, ricca di sorprese e di gustosi cliffhanger super interessanti. Specialmente se si considera il fatto che l’autore, Minciaroni appunto, è del 1994 ed è dal 2017 che lavora a questo progetto, nato sotto forma di albi autoprodotti.

 

La storia è molto semplice e ideale da raccontare ai vostri amici appassionati di fumetti come voi: sostanzialmente è una classica teen-story in cui, un nuovo arrivato in città, deve fare i conti con la banda di bulli locali, che tormentano la scuola media del quartiere. Nell’assoluta (e voluta) semplicità del plot si innestano, via via che la vicenda prende piede, tutta una serie di personaggi che, esattamente come la scuola manga ci insegna da quasi sessant’anni a questa parte, è caratterizzato con specificità, guizzo creativo e amore per il ribaltamento degli stereotipi.

 

Non vogliamo assolutamente anticiparvi nulla sulla trama e, soprattutto, sui colpi di scena che, letteralmente, la contraddistinguono ogni dieci pagine, tuttavia possiamo dirvi che l’attenzione e la cura posta nel delineare i vari personaggi in campo sono, forse, la qualità che più ci ha impressionato in Davide Minciaroni. A metà strada tra Le ragazze stanno perdendo il controllo di Ratigher e architrave dello shonen-manga moderno come One Piece, Graveyard Kids trova una sua voce personale anche e soprattutto grazie al disegno di Minciaroni (il quale, non a caso, è stato già premiato dal ComiCon di Napoli). Un disegno nervoso, scattante, pieno di guizzi e di “sottotesti” nascosti nelle sue linee: una vera festa per gli occhi per chi, come noi, ha amato e ama il fumetto underground americano dei primi anni Novanta.

 

 

Riuscitissima anche la copertina, che ci ha fatto impazzire visto che pare essere il quaderno di bozzetti del nostro compagno di banco al liceo. Certo, non tutto funziona alla perfezione in questo primo volume: alcune parti non sono perfettamente delineate, specie a metà del racconto (che perde molto del suo mordente) ma poi la qualità si impenna subito e la chiusura è in grande stile. Insomma siamo davanti a una serie puramente shonen all’italiana realizzata da un ragazzo che studia a Bologna e che è da una vita che fa fumetti: una grande storia, no?

Graveyard Kids, #1 – Davide Minciaroni

Compra | Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >