Geek
di Mattia Nesto 25 Maggio 2021

Kentaro Miura, l’eclissi di uno dei più grandi mangaka

La morte improvvisa dell’autore di Berserk è una perdita gravissima per il mondo dei fumetti e di tutta la cultura

Parlare di Kentako Miura nel momento nel quale tutto il mondo ha appreso la sua scomparsa a soli 54 anni è un esercizio doloroso e necessario, non solo il fumetto giapponese è più povero ma anche tutto l’universo della cultura mondiale perde un pezzo da Novanta. Miura, nel corso di quasi trent’anni di onorata carriera, non ha solamente realizzato uno dei manga più importanti della storia, Berserk, ma anche fondato uno stile, un’iconografia e un modo di intendere l’arte del fumetto unico nel suo genere.

Grazie al tratto iper curato dei suoi personaggi tremendi e iconici, Kentaro Miuro ha settato verso l’alto lo standard qualitativo dei manga ed ha posto le basi di un intero genere, il dark-fantasy: prima di Berserk nell’industria del fumetto giapponese non esistevano titoli appartenenti a questo genere. Sono proprio le storie con protagonista Gatsu a fondare l’epica di un medioevo fantastico e corrotto in cui le donne e gli uomini si mescolano, senza soluzione di continuità, con demoni e creature dell’oltretomba. Una commistione di orrore umano e terrore magico che tocca il suo con i capitoli dedicati all’eclisse. Se oggi, insomma, quando vediamo un film o quando proviamo un videogioco lo “riconosciamo” subito come dark-fantasy, molto probabilmente, lo dobbiamo a Miura.

Miura, sin dai primi albi, si è subito contraddistinto per il suo segno grafico, un tratto iper-realistico e iper-crudo che, anche davanti a creature e eserciti scaturiti dagli incubi più tremendi, non si scomponeva e descriveva tutto nei minimi dettagli. Questo grado di cura e attenzione per i particolari non solo portava ai cronici ritardi dell’opera (incidendo notevolmente sullo stress dell’autore) ma contribuiva al fascino che ogni singola tavola di Berserk emanava.

Anche nella trasposizione animata successiva (da noi arrivata in seconda serata su Italia1) la sensazione di maneggiare Berserk era a metà strada tra il proibito e il percorso di formazione. Al netto delle già citate creature mostruose, nel manga di Miura veniva descritto, sempre nei minimi dettagli, ogni tipo di nefandezza: dalla violenza sui bambini passando per il cannibalismo sino agli stupri e alle violenze discriminate di gruppo. Queste tinte fosche facevano erompere nella lettrici e nei lettori un altro sentimento: la sensazione di essere davanti a un’opera matura che, proprio per tale ragione, non poteva tacere su niente. Dopo anni e anni di battle-shonen ridanciani e iper colorati, il nero di Berserk ci pareva dovesse inghiottirci tutti quanti. E per questo ci piaceva e ci piacerà per sempre.

Del resto, pochi personaggi sono tanto iconici quanto Gastu. Il protagonista di Berserk è la quintessenza del guerriero totale, non perché ha sempre in mente la battaglia, quanto perchè sono letteralmente la violenza e la morte ad averlo fatto nascere. Nonostante non sia piatto, Gatsu è un personaggio tutto di un pezzo, possente quasi quanto il temibile spadone che solo una mano “sovraumana” come la sua può maneggiare. Ed è qui il segreto, se Gatsu fosse stato inserito in un altro contesto non avrebbe funzionato,  schiacciato nell’apparente bidimensionalità che solamente Miura saprà trasfomare nella psciche di una persona “normale”.

Piangere la dipartita di Miura, causata per altro dal troppo lavoro e da una vita dedita solo a esso, è sacrosanto. Se dovessimo rispondere alla domanda “Chi è stato Kentaro Miura?” sicuramente potremmo rispondere partendo dalle sue influenze, per poi approdare ai suoi tratti distintivi e peculiari. Go Nagai certo ma anche la Guerra dei Cent’anni, Le acqueforti di Rembrandt, la Commedia di Doré e quindi l’Apocalisse di San Giovanni, la ferocia illuminata di Solimano il Magnifico, le follie dei kaiju tradizionali rivisitati, i demoni dell’inferno cristiano, le parti nere dell’epica di Odino e dei suoi figli e la visione illuminata di Hieronymus Bosch, senza dimenticare le meravigliose armature tardo-medioevali che, ancora oggi, guardiamo assorti al Castello Sforzesco di Milano. E se adesso non siete corsi in fumetteria a reperire il primo albo di Berserk che la spada di Gatsu vi colga! Miura non è stato un autore, ma un giro dello spazio dell’arte in una vignetta, in una scena, in un’azione di battaglia.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >