Geek
di Mattia Nesto 3 Giugno 2021

“Mi stai ascoltando?”: la vita in viola e rosa di Tillie Walden

La nuova storia dell’autrice di “Su un raggio di sole” ci ha fatto commuovere, ridere e amare.

L’anno scorso quando abbiamo letto Su un raggio di sole (qui la nostra recensione) vi confessiamo di avere provato paura. Certo le prime sensazioni non sono state di terrore, quanto di stupore per esserci trovati davanti a una storia meravigliosa, sia per il tratto sia per il modo, assolutamente unico di essere raccontata. Però, appunto, avevamo paura perché una domanda, un po’ subdola ma anche tanto sincera, ci aveva pervaso: ce la farà Tillie Walden a ripetersi? Beh, adesso possiamo dirvelo: con Mi stai ascoltando? l’autrice non solo si è ripetuta ma ha anche “fatto meglio”.

Già perché con Mi stai ascoltando? Walden ha compiuto un mezzo miracolo, è riuscita, in un modo che fatichiamo a non definire magico o alchemico, a tenere insieme la dimensione magico-onirico-spaziale della sua precedente opera mixandola con la crudezza di un racconto molto più reale e realistico. In Mi stai ascoltando le protagoniste sono due donne in fuga, due donne fino a quel momento sconosciute che la forza degli eventi fa incontrare.

Le prime tavole dello splendido albo pubblicato da Bao Publishing potrebbero trarre in inganno la lettrice o il lettore distratto. Sono davvero molto diverse rispetto allo stile di Su un raggio di sole, anche se qualche campata di viola e blu ricorda quelle atmosfere. Eppure, partendo appunto da una storia piccola e apparentemente banale, oltre che totalmente casuale, Walden, con quello che non possiamo definire con altre parole se non con “talento”, riesce ad elevare il proprio racconto rendendolo universale. A poco poco ma in maniera costante (ed è per questo che il ritmo è in crescendo e mai noioso) il peso specifico della storia aumenta. Quelle che, all’apparenza, paiono due “figurine” un po’ strane, ovvero le due protagoniste, diventano via via delle persone, oltre che dei personaggi.

Questo procedimento viene effettuato tramite il disvelamento delle ferite delle protagoniste che più soffrono più si dimostrano umane: queste ferite rendono plastiche le loro vite e le fanno uscire dalle pagine del fumetto per accompagnarsi nella lettura della loro stessa storia. E tutto ciò avviene mentre, su un altro piano al tempo stesso parallelo e contrario, la storia prende una piega onirica e paradossale, riprendendo, ora sì, “il sapore” di Su un raggio di sole. Tillie Walden insomma compie un mezzo miracolo, che solo una grande autrice potrebbe essere in grado di fare: quando la storia diventa più fantastica ecco che diventa, al contempo, anche più vera.

Spia di questo procedimento insieme “alchemico e fumettistico” sono gli squarci che Walden ci dona dei panorami del Texas: in una vignetta sono quasi didascalici da quanto sono precisi e puntuali, subito dopo, ecco che paiono essere usciti dalle illustrazioni de Il mago di Oz. Questa ambivalenza rende Mi stai ascoltando? una storia universale, che mette in campo i grandi sentimenti che muovono noi esseri umani, il dolore, la perdita, la malattia e la morte, ma anche l’amore, la sorpresa e i piccoli grandi/miracoli che accadono tutti i giorni davanti ai nostro occhi e di cui, magari, neppure ci accorgiamo.

Grazie a quei rosa e quei viola che ormai abbiamo imparato bene a conoscere, Walden ci insegna come, per capire la vita, non occorra aguzzare la vista ma lasciarsi trascinare dalla corrente per poi, al momento giusto, darsi una bella spinta con le gambe per guadagnare la riva. Questo è quanto fanno le due protagoniste della storia aiutate da un “terzo incomodo” a quattro zampe che sarà fondamentale per tutta quanta la vicenda. Insomma, se non lo avete ancora capito, vi ribadiamo che Mi stai ascoltando?, pubblicato in Italia da Bao, è una storia meravigliosa che fareste bene a leggere, così da comprendere come per vivere una storia fantastica basti andare al negozietto sotto casa per comprarsi un pacchetto di gomme da masticare. O anche solo per usare il bagno.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >