Libri
di Simone Stefanini 6 Giugno 2017

Per migliorare il suo stile, Hunter S. Thompson riscrisse parola per parola Il grande Gatsby e Addio alle armi

Il giornalista americano interpretato da Johnny Depp nel film Paura e delirio a Las Vegas era solito eccedere in bizzarrie

Hunter S. Thompson e Johnny Depp nel 1998 avclub - Hunter S. Thompson e Johnny Depp nel 1998

 

Molti di voi conosceranno Hunter S. Thompson per il film di Terry Gilliam Paura e delirio a Las Vegas, ispirato ad un suo romanzo che ha per protagonista se stesso con lo pseudonimo di Raoul Duke e il suo avvocato Oscar Zeta Acosta chiamato Dr. Gonzo, interpretati rispettivamente da Johnny Depp e Benicio Del Toro.

Un cult allucinante che spiega a grandi linee la genialità del giornalista americano, purtroppo scomparso nel 2005, il suo stile e i suoi eccessi. Hunter S. Thompson è stato l’inventore del gonzo journalism, una corrente del nuovo giornalismo, di cui hanno fatto parte dagli anni ’70 in poi, alcuni dei più grandi tra cui Lester Bangs e Tom Wolfe.

Dal gonzo journalism discende tutta la comunicazione moderna, dai social al giornalismo web, che preferisce curare più lo stile propri e l’esperienza personale rispetto al fatto oggettivo che va raccontando.

 

Hunter S. Thompson e il suo avvocato Oscar Zeta Acosta a Las Vegas nel 1971 pintrest - Hunter S. Thompson e il suo avvocato Oscar Zeta Acosta a Las Vegas nel 1971

 

Hunter Thompson era piuttosto famoso come consumatore di alcol e droga, nonché per le sue imprese donchisciottesche, che non si basavano su alcuna logica. La storia che vi raccontiamo trae spunto da Pierre Menard, autore del Don Chisciotte di Jorge Louis Borges, in cui questo accademico ricrea il romanzo di Cervantes riscrivendolo parola per parola.

Chi avrebbe mai potuto compiere un’azione così assurda nella realtà se non Hunter Thompson? Proprio lui è andato a caccia di mulini a vento riscrivendo parola per parola tutte le pagine di Addio alle armi di Ernest Hemingway e de Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, solo per sentire cosa si prova a scrivere quei libri.

 

Hunter S. Thompson rasa la testa di Johnny Depp per il film Paura e delirio a Las Vegas pintrest - Hunter S. Thompson rasa la testa di Johnny Depp per il film Paura e delirio a Las Vegas

 

Questa bizzarria è stata rivelata anche da Johnny Depp, che oltre ad aver incarnato Thompson gli era anche grande amico nella vita. In un’intervista al Guardian del 2011, ha detto “Hunter ha battuto a macchina tutto Il grande Gatsby, copiandolo pagina per pagina, solo per riuscire a capire l’emozione che si prova a scrivere un libro come quello”.

Non garantiamo che l’assorbire ogni singola parola di un capolavoro letterario faccia, per proprietà transitiva, diventare il copiatore bravo quanto l’autore, ma di sicuro Hunter Thompson era già un grande scrittore di per sé quando ha effettuato questa performance privata e leggere attentamente (se non proprio ricopiare) alcuni dei suoi libri più famosi, dalle Cronache del rum a Paura e disgusto a Las Vegas, una selvaggia cavalcata nel cuore del sogno americano, potrebbero ispirare i molti che oggi cercano uno stile di narrazione originale.

Intanto, assurdo per assurdo, l’amico Johnny Depp ha pagato 3 milioni di $ per sparare le ceneri di Thompson con un cannone gigante, seguendo le ultime volontà del giornalista. Giusto per capire la tipologia di relazione tra i due.

Hunter S. Thompson iheartintelligence - Hunter S. Thompson

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
31,30 €

In her kitchen

Noi tutti amiamo le nonne. Con il loro profumo di borotalco e naftalina, il grembiule sempre indosso come se fosse un’uniforme, lo sguardo eternamente dolce e affettuoso. Questo libro fotografico di Gabriele Galimberti ne racconta le cucine, i luoghi per definizione, delle nonne.
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >