Libri
di Simone Stefanini 17 Ottobre 2018

I più grandi scrittori italiani del Novecento nelle loro rare apparizioni video

Pirandello, Calvino, Buzzati, D’Annunzio, Ungaretti, Saba, Montale, Pasolini, Saba e tutti gli altri grandi scrittori del Novecento, nelle loro apparizioni video

Ci sono alcuni nomi che nella cultura generale sono legati indissolubilmente ai tempi della scuola. I poeti e gli scrittori del Novecento ad esempio, quelli che siamo soliti figurarceli coi baffi a manubrio nelle foto ingiallite dagli anni, di cui abbiamo letto più libri senza conoscerne il volto o avendo visto solo qualche immagine iconica. Quelli che poi, tolti i retaggi ottocenteschi, sono diventati vecchi saggi durante gli anni in cui nasceva la televisione in Italia.

Oggi è facile associare il lavoro di uno scrittore al suo volto: firmacopie, presentazioni, ospitate in tv, conferenze e convegni ce lo propongono in ogni salsa, ma questa prassi è un frutto della modernità; prima questa opportunità di vicinanza allo scrittore, al poeta, non c’era proprio.

In uno dei nostri giri immensi su YouTube, ci siamo imbattuti in un’intervista di Pier Paolo Pasolini a Giuseppe Ungaretti e ne siamo rimasti totalmente rapiti. Due intellettuali così incredibilmente potenti a confronto, nello stesso spazio che di solito viene occupato da tutorial di make up o video di animali buffi, ci ha convinto a fare una ricerca per trovare le interviste dei più grandi scrittori e poeti del ‘900, solo per sentirli parlare e rimanere affascinati dal suono della loro voce e dalle loro parole mai banali.

Non ringraziateci, ma prometteteci che ogni tanto, tra un gattino e un ragazzo che cade dallo skate, vi soffermerete a sentirli parlare ancora.

 

Luigi Pirandello (1867 – 1936)

Un video rarissimo in cui Pirandello salutala tv francese dopo aver vinto il Premio Nobel nel 1934.

 

Gabriele D’Annunzio (1863 – 1938)

Il Vate al Vittoriale, la sua residenza storica, mentre scherza con gli avventori e recita Dante.

 

Elio Vittorini (1908 – 1966)

Vittorini racconta la propria vita in questo documentario in tv.

 

Umberto Saba (1883 – 1957)

Tratto dal documentario “L’amoroso Spina” del 1954, l’unica apparizione tv di Saba.

 

Ignazio Silone (1900 – 1978)

Silone parla dell’Abruzzo in relazione alla religione in questa trasmissione Rai.

 

Giuseppe Ungaretti (1888 – 1970)

Tratto da Incontro con Giuseppe Ungaretti del 1961. Il poeta parla delle sue origini e di come ha iniziato a scrivere.

 

Salvatore Quasimodo (1901 – 1968)

L’intervista a Quasimodo, nella quale l’ambasciatore svedese lo informa di aver vinto il Premio Nobel per la letteratura.

 

Eugenio Montale (1896 – 1981)

Montale intervistato per la rubrica “Arte e Scienza” del 1959, parla di poesia e prosa.

 

Carlo Cassola (1917 – 1987)

L’autore parla della stanchezza del pubblico rispetto alla letteratura della crisi, quella del dopoguerra.

 

Dino Buzzati (1906 – 1972)

Tratto da Incontro con Buzzati, 1962. Parla dell’arte, del fumetto e della sua professione di giornalista in relazione a quella di scrittore.

 

Gianni Rodari (1920 – 1980)

Da Studio Aperto (Rai) del 1975, una rara intervista allo scrittore e pedagogista Rodari.

 

Italo Calvino (1923 – 1985)

L’intero documentario “Italo Calvino, un uomo invisibile” girato a Parigi da Nereo Rapetti nel 1974.

 

Carlo Emilio Gadda (1893 – 1973)

Gadda intervistato da Ripa di Meana e Roscioni in “Sulla scena della vita” del 1972.

 

Primo Levi (1919 – 1987)

Levi parla della guerra, intervistato da Lucia Borgia in “Rifarsi una vita” del 1984.

 

Alberto Moravia (1907 – 1990)

Una serie di interviste televisive di Alberto Moravia.

 

Leonardo Sciascia (1921 – 1989)

Sciascia usa la Sicilia come metafora, in questa intervista televisiva.

 

Pier Paolo Pasolini (1922 – 1975)

Pasolini e i suoi pensieri illuminanti sulla società dei consumi.

 

Pasolini intervista Ungaretti

Tratto da “Comizi d’amore” (1964), Pasolini e Ungaretti parlano di omosessualità.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
50,00 €

Il libro di cucina di Salvador Dalì

Nel 1973 il grande artista surrealista Salvador Dalì pubblicò un libro di cucina, intitolato Les Diners de Gala, il cui titolo è un abile gioco di parole che riguarda sia le cene di gala, sia quelle che lui e sua moglie Gala organizzavano per gli ospiti. E' un libro per un tipo di cucina opulenta. Al suo interno, 136 ricette divise in 12 capitoli, incluso quello sui cibi afrodisiaci.
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
124,76 €

More than human

Gli animali sono più umani di noi? Forse. E’ questo il lavoro del fotografo londinese Tim Flach, che raccoglie in un volume tutti i suoi migliori scatti di animali che sembrano più umani degli esseri umani. Un librone pieno di grosse, bellissime e dettagliatissime foto che vi lasceranno senza parole.
21,16 €

Un anno al vetriolo. Los Angeles Police Department, 1953

Ottantacinque foto della polizia di L.A. del 1953 diventano racconti scritti da uno dei più grandi scrittori americani viventi, un po' duro e crudo, per fare un viaggio all'inferno nella città degli angeli.
28,90 €

Al di là delle parole. Che cosa provano e pensano gli animali

Abituati ad anni ed anni a guardare documentari prima su Superquark e poi sui vari canali satellitari o su Netflix, quando si inizia a leggere Al di là delle parole di Carl Safina, libro appena uscito per Adelphi, si è convinti di sapere tutto sul mondo degli animali. E invece no, leggendo il libro si capisce come non sappiamo proprio niente.
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
85,00 €

Codex Seraphinianus

Volete provare quello che prova un bambino quando sfoglia un libro? Cioè, come ci si sente a guardare un libro e non capire proprio niente? Nel tentativo di farci provare qualcosa di simile, Luigi Serafini negli anni '70 scrisse e disegnò una specie di enciclopedia assurda, che illustra e racconta un mondo fantastico e decisamente impossibile, descritto per filo e per segno con un linguaggio inventato, caratteri incomprensibili che sembrano a prima vista un alfabeto cifrato, ma che in realtà son proprio segni a caso (come più tardi ha chiarito lo stesso autore). Un bel librone assurdo.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >