Viaggi
di Camilla Campart 17 ottobre 2018

L’Eremo di Poggio Conte e le tracce dei Cavalieri Templari

L’Eremo di Poggio Conte è stato spartito nel tempo fra Cavalieri Templari e monaci cattolici ed è tutto da scoprire.

Mai sentito parlare dell’Eremo di Poggio Conte? E’ una chiesa medievale, comune di Istria di Castro nell’alto Lazio, con verosimili tracce dei Cavalieri Templari. Se siete amanti della natura e del mistero questo è decisamente il luogo da visitare entro la fine del 2018.

Interamente in tufo, risale al 1027 circa, anche se le decorazioni sono successive. Volte a crociera abbellite con fiori, geometrie e richiami sessuali in una tavola di colori che è sopravvissuta a secoli: questo è l’eremo di Poggio Conte, di cui studiosi e ricercatori sono grandi fan. Curiosi?

Non mancano riferimenti cristiani, come dodici nicchie con affreschi dei dodici apostoli. Simbologia cristiana e pagana che coesistono? Non poi così strano visto che i cavalieri del Tempio hanno ceduto il posto a monaci cattolici dopo il 1300.

View this post on Instagram

#tuscia#eremopoggioconte

A post shared by Viaggiando Mangiando (@viaggiandomangiandov) on

Si potrebbero fare elenchi infiniti sull’architettura del luogo: un rosone all’ingresso, un altare, resti di abitazioni dei monaci, tombe etrusche intagliate nella scogliera di tufo e molto altre belle cose. Ma la verità è che prima di superare lo steccato che vi condurrà dritti all’eremo, non vi sarete davvero immersi nello spirito del luogo, quindi il listone della spesa servirebbe a poco.

Ecco perché siamo noi a darvi qualche dritta prima della partenza: troverete la strada seguendo la scia dei castelli disegnati a mano, attraverserete ponti, proseguirete verso la cascata e giungerete a destinazione. Non vogliamo svelarvi altro perché l’Eremo di Poggio Conte è da scoprire, non da raccontare.

CORRELATI >