Viaggi
di Camilla Campart 17 Ottobre 2018

L’Eremo di Poggio Conte e le tracce dei Cavalieri Templari

L’Eremo di Poggio Conte è stato spartito nel tempo fra Cavalieri Templari e monaci cattolici ed è tutto da scoprire.

Mai sentito parlare dell’Eremo di Poggio Conte? E’ una chiesa medievale, comune di Istria di Castro nell’alto Lazio, con verosimili tracce dei Cavalieri Templari. Se siete amanti della natura e del mistero questo è decisamente il luogo da visitare entro la fine del 2018.

Interamente in tufo, risale al 1027 circa, anche se le decorazioni sono successive. Volte a crociera abbellite con fiori, geometrie e richiami sessuali in una tavola di colori che è sopravvissuta a secoli: questo è l’eremo di Poggio Conte, di cui studiosi e ricercatori sono grandi fan. Curiosi?

Non mancano riferimenti cristiani, come dodici nicchie con affreschi dei dodici apostoli. Simbologia cristiana e pagana che coesistono? Non poi così strano visto che i cavalieri del Tempio hanno ceduto il posto a monaci cattolici dopo il 1300.

View this post on Instagram

#tuscia#eremopoggioconte

A post shared by Viaggiando Mangiando (@viaggiandomangiandov) on

Si potrebbero fare elenchi infiniti sull’architettura del luogo: un rosone all’ingresso, un altare, resti di abitazioni dei monaci, tombe etrusche intagliate nella scogliera di tufo e molto altre belle cose. Ma la verità è che prima di superare lo steccato che vi condurrà dritti all’eremo, non vi sarete davvero immersi nello spirito del luogo, quindi il listone della spesa servirebbe a poco.

Ecco perché siamo noi a darvi qualche dritta prima della partenza: troverete la strada seguendo la scia dei castelli disegnati a mano, attraverserete ponti, proseguirete verso la cascata e giungerete a destinazione. Non vogliamo svelarvi altro perché l’Eremo di Poggio Conte è da scoprire, non da raccontare.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >