Rima San Giuseppe, il paesino in cerca di abitanti

Il sindaco di un paesino in provincia di Vercelli lancia un appello: “Venite a vivere qui”

Lifestyle
di Raffaele Portofino 26 ottobre 2017 13:26
Rima San Giuseppe, il paesino in cerca di abitanti

 Alagna

 

Il Nepal dista dall’Italia 6.489 km. La popolazione è di 28,98 milioni di abitanti. Alcuni di questi, anche solo una ventina, potrebbero emigrare a Rima di San Giuseppe, un comune italiano di 56 abitanti in provincia di Vercelli. Un’altra ventina potrebbero arrivare dal Perù e altrettanti dal Cile. Così si risolverebbe il problema dello spopolamento e dell’abbandono di questo paesino. A lanciare l’appello è il sindaco del paesino piemontese, Mario Rosa, che sulle pagine de La Stampa ha dichiarato: «Mi sono venuti in mente nepalesi, cileni, peruviani – sottolinea – perché sono persone che in alcune zone delle loro nazioni sono abituate a vivere in condizioni climatiche dure, e che oltretutto in linea di massima conducono una vita semplice. Mi sono già mosso spiegando la situazione attraverso un’e-mail ufficiale inviata all’ambasciata del Nepal a Ginevra, e sono in attesa di risposta, farò lo stesso con i consolati di Cile e Perù».

 

 IlPiedeVerde

 

La località dista da Milano due ore e venti minuti, da Torino due ore e diciassette minuti e da Genova due ore e cinquantanove minuti. Il sindaco estende l’appello anche ai cittadini italiani, offrendo appartamenti a prezzi a agevolati e richiedendo in cambio di portare vita. Su un sito di annunci immobiliari una “Proprietà rustica in vendita in via Casa Antonietti”, di 149m², costa 25.000 euro. Una villetta a schiera di 185m², “con soffitta utilizzabile, ripostiglio e cantina piano seminterrato”, viene 120.000 euro.

 

 LaidawegHotel

 

“I servizi non mancano da noi”, ha dichiarato sempre al quotidiano il primo cittadino di Rima di San Giuseppe, “Certo, ci sono inverni rigidi, la sera non esiste la movida, ma credo che in Italia e nel mondo esistano persone che hanno ancora il piacere di vivere in semplicità senza però essere isolati: non siamo così distanti da altre realtà”. E, aggiungiamo noi, senza fare altra strada e rimanendo dunque in paese, si possono visitare la Casa del marmo, o “Museo del Marmo Artificiale” e la Gipsoteca Della Vedova. Pietro Della Vedova, scultore e architetto, che in vita realizzò busti di Cristoforo Colombo, Dante, una statua in gesso di Cristo nell’orto, è partito proprio da qui.

 

 LaidawegHotel

 

E qui, a Rima, oggi c’è anche Carlo, cuoco del Rifugio Brusà, che così viene descritto da alcuni suoi clienti: “Carlo ama stupire”, “Spesso va in cerca di porcini e finferli che utilizza creando mirabili ripieni per ravioli, oppure affumica le trote che pesca”, “Carlo è un moderno savant che esprime la sua magia in una cucina eccellente e innovativa pur con ingredienti che fanno parte della storia delle Montagna”, “Una poesia di fiore di zucca con ciliegia in mostarda e blu di capra, squisiti i canederli e un’ottima tagliata di manzo”.

 

 LaidawegHotel

 

“La gente non è più disposta a fare sacrifici quindi tende ad abbandonare i piccoli centri di montagna popolandoli solo durante le vacanze”; ha aggiunto Mario Rosa, “La mia volontà invece è quella di cercare di portare a vivere qui delle famiglie che abbiano meno esigenze della media ma in cerca di una vita più semplice e dignitosa”.

Per rispondere all’appello ci si può rivolgere al Comune di Rima San Giuseppe telefonando allo 0163-95125 o scrivendo a protocollo@comune.rimasco.vc.it

Noi abbiamo provato sia a telefonare che a scrivere una mail, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Forse i nepalesi ci hanno anticipato.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)