C’è una teoria cospiratrice secondo cui il piccione viola di Facebook sarebbe il nuovo simbolo della destra alternativa

Tutto nasce da un articolo satirico che molti hanno preso come buono, e l’ironia a volte si trasforma in realtà

 

In questi giorni di sicuro avrete visto tra i commenti di Facebook l’animazione di un piccione che muove la testa su e giù, nell’atto di beccare o di annuire, esattamente come quello qui sopra. Fa parte di un set di adesivi che raffigurano questo piccione viola in varie situazioni, apparso per la prima volta su Facebook il 31 gennaio 2017 e creato dall’artista Syd Weller, di base in Florida.

Il set di adesivi è diventato molto popolare. Il 7 febbraio, una pagina famosa in Tailandia ha  postato il piccione, che è diventato virale e ha guadagnato tre milioni e settecentomila visualizzazioni in cinque giorni.

 

 medium

 

Un articolo satirico pubblicato su Medium da Quincy Frey ha fatto credere a tutti che il set di adesivi fosse stato hackerato e fosse diventato simbolo dell’alt right, la destra alternativa americana, con tanto di meme fatti ad hoc e una serie di dati legati al complottismo più subdolo.

 medium

 

Innanzitutto chiariamo il significato di alt right: è un movimento politico di estrema destra nato negli Stati Uniti, che rifiuta le correnti conservatrici della destra attuale. Tale gruppo non è coeso e non ha un’organizzazione o un’ideologia precisa, è più un movimento nato nei gruppi di discussione sui siti web tipo 4chan o 8chan in cui gli utenti anonimi si scambiano immagini che sembrano innocui meme e che a volte assumono un connotato politico criptato. Un territorio perfetto per far veicolare ogni tipo di messaggio, soprattutto quello dei troll dell’internet.

 

 medium

Nell’articolo satirico addirittura viene dato a ognuno dei 24 adesivi della trash dove un significato particolare, sempre riferito alla supremazia della razza bianca. Esempi pratici, se i nazi postano il piccione di compleanno si riferiscono al 20 aprile, il compleanno di Hitler, mentre  il piccione morto è il simbolo del partito nazista che presto risorgerà. Per quanto riguarda il piccione che va su e giù com la testa, col quale abbiamo aperto il pezzo, significherebbe il saluto nazista senza fine e il suo utilizzo dovrebbe rappresentare l’annuncio del Quarto Reich.

Ora però sta succedendo un paradosso: dall’articolo satirico sulle cospirazioni politiche si è passati alla realtà ancora più allucinante:  molti neonazisti o comunque appartenenti all’alt right stanno davvero usando lo sticker del povero piccione, dandogli il nuovo significato di cui parlava l’articolo. Quando la satira sulla cospirazione fa il giro e diventa realtà, c’è davvero da rimanere angosciati.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >