Senza tenere premuto, il primo corto horror italiano girato con le storie di Instagram

Paolo Strippoli è il regista del primo corto horror creato utilizzando esclusivamente le storie Instagram

Una clip dal corto

S’intitola Senza tenere premuto ed è il primo progetto cinematografico rappresentato interamente attraverso le Instagram Stories. Diretto da Paolo Strippoli, con protagonisti Chiara Vinci, Chiara Aquaro, Ladislao liverani, Daniele Mariani, Senza tenere premuto è un cortometraggio scritto da da Salvatore de Chirico e Paolo Strippoli, prodotto da Francesca Andriani e Guglielmo D’Avanzo per 10D FILM con CarlottaGalleni per AG Business & Services, in associazione con P&CO.

La protagonista della storia, l’utente @iamchiaramancuso è una 23enne che come tante, ama documentare la propria vita su Instagram. Dopo aver perso il cellulare, storia dopo storia la paura si insinua in lei e precipita in un vortice infernale. Qualcuno la sta seguendo, si addentra in casa sua…

Senza spoilerare troppo, l’esperimento è di quelli che lasciano il segno, un cortometraggio sviluppato utilizzando esclusivamente le storie Instagram, diretto da Paolo Strippoli,  regista ventiseienne al quale abbiamo posto un paio di domande sul suo lavoro.

ph © Maria Di Stefano  ph © Maria Di Stefano

Perché un corto fatto con le storie Instagram?
Tempo fa sono tornato al Centro Sperimentale di Cinematografia (dove mi sono diplomato) per seguire una lezione di Storia del Cinema. Mentre vedevamo un vecchio film di De Santis (Roma ore 11, mi sembra) ho notato che gran parte dei nuovi allievi sfogliavano in continuazione – e di nascosto – le storie Instagram sulla loro bacheca. Lì ho capito che una narrazione classica difficilmente può esercitare lo stesso fascino di quelle immagini così veloci e colorate su un ragazzo nato a cavallo del duemila – e non solo -, sia pure uno studente di cinema. È così, forse è anche un po’ triste, ma ci hanno abituato all’immediatezza. Se da una parte la cosa mi sta un po’ antipatica, dall’altra ho pensato che quelle immagini rapide potessero diventare un nuovo linguaggio narrativo. Così una mattina d’estate, mentre eravamo al mare, io e un gruppo di amici abbiamo cominciato a immaginare una storia da raccontare in quel modo, anche solo per vedere se fosse possibile farlo.

ph © Maria Di Stefano  ph © Maria Di Stefano

Fare horror 2.0 in Italia si può e lo dimostri con un corto che funziona. In una società costantemente spiata, qual è il sinonimo di paura oggi?
Sui nostri canali creiamo un palinsesto di noi stessi. Non direi che siamo spiati, piuttosto offriamo agli altri il nostro show personale, calcolato in ogni suo momento. Di conseguenza ciò che ci fa paura, in quest’epoca di sovraesposizione, è perdere il controllo della nostra immagine. Essere osservati nella nostra incarnazione più fragile, nei nostri difetti e nelle nostre brutture, quelle che nessuno vorrebbe mai svelare ai suoi follower.

ph © Maria Di Stefano  ph © Maria Di Stefano

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >