Society
di Simone Stefanini 11 Luglio 2018

500 anni fa c’è stato il più grande rave della storia: la piaga del ballo di Strasburgo

Il rave fu in realtà un’epidemia tremenda che condusse alla morte decine di persone che non la smettevano di ballare giorno e notte

Pensate davvero di essere i più matti della storia, voi che vi fate anche 24 ore sotto cassa nei rave abusivi nelle industrie abbandonate o nei parchi raggiungibili solo grazie a Bear Grylls? Pivelli, questa notizia cambierà del tutto la vostra percezione in materia di proibito.

Nel 1518, precisamente 500 anni fa, a Strasburgo accadde qualcosa di veramente strano. Come riporta un articolo del Guardian, 400 persone si sono messe a ballare in strada dal nulla per giorni e giorni, finché decine di partecipanti al rave improvvisato sono morti. Colpa del luglio nel Nord della Francia, quell’anno molto caldo, ma anche  delle autorità del tempo che, non sapendo come risolvere la questione, consigliarono a tutti di continuare a ballare, chiamando addirittura suonatori di tamburello e cornamusa per facilitare la danza.

 

La prima a ballare fu Frau Troffea, una donna che dal nulla iniziò a  dimenarsi ritmicamente per le strade della città, senza mangiare né bere per ore e ore. Fu seguita da molti abitanti della città che diedero vita a un flash mob tanto incredibile quanto pericoloso.

La prima settimana pare fossero 30 persone, dopo un mese (esatto, il ballo durò un mese) finirono per essere 400. Di questi ballerini, si narra che morissero anche 15 al giorno, senza che gli altri smettessero di danzare.

Quale fu la ragione di questa isteria collettiva? Probabilmente l’ergotismo, ossia l’intossicazione da ergot, un parassita delle graminacee che si trova nei cibi e provoca allucinazioni simili a quelle dell’LSD. Si può dunque affermare scientificamente che tutti i partecipanti al rave tardo medievale fossero tutti in trip.

 

 

Nel Medioevo ci sono stati un bel po’ di casi di isteria di massa sfociati nella danza. Dalla fine del Medioevo in poi, più nulla (tranne i rave veri e propri, ma quelli sono organizzati).

Ridiamo e scherziamo ma in realtà la piaga del ballo di Strasburgo è stata a tutti gli effetti una tragedia, che ancora oggi nasconde u grande mistero: una volta portati i danzatori folli davanti al Santuario dedicato a San Vito, i loro piedi insanguinati furono messi dentro scarpe rosse e i sofferenti  radunati attorno a una statua del Santo. Nelle settimane successive quasi tutti i danzatori smisero di ballare e l’epidemia giunse alla fine. Questa fu l’ultima piaga della danza in Europa. Ancora oggi San Vito è invocato dai fedeli per proteggerli dall’epilessia e dalla corea, una malattia nervosa che dà movimenti incontrollati del corpo e che per questo viene chiamata Ballo di San Vito.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >