Society
di Gabriele Ferraresi 10 Febbraio 2017

Avessi Vent’anni – “Evita come la peste De Michelis, la Corsica e la partita Iva”

Cosa ti diresti allora, adesso?

Potessimo incontrare noi stessi a vent’anni, cosa avremmo da dirci? Questa rubrica Ivan Carozzi l’ha chiamata “lo sport estremo dell’autoanalisi” e come definizione ci piace moltissimo: “Avessi vent’anni” esce ogni venerdì. Qui ci sono tutte le puntate precedenti.

Vuoi tornare indietro nel tempo per dirti qualcosa? Perfetto, siamo qui per questo: scrivici a info@dailybest.it.

 

Il 23 settembre del 2002 compivo vent’anni. Era stato un anno bello: la maturità passata, finito il liceo, e dopo la maturità la più bella vacanza della mia vita, a Ios, in Grecia: ma certo che sì! Milanesi teenager che finiscono il liceo e vanno in vacanza in Grecia: il cliché, di uno stereotipo, di un cliché.

Stereotipo al tempo neoproletario, s’intende: perché la #riccanza teen di allora andava con almeno due barche a vela a Koufonissi, nelle piccole Cicladi, altro che al campeggio bordello del Far-Out a Ios. In ogni caso quella fu una vacanza memorabile, piena di sesso occasionale e cose stupide che rifarei ancora: e a 19 anni non c’è niente di più importante. Ero anche magro, cosa che non sono più ora: sempre in Grecia conobbi una ragazza di cui mi ero un po’ innamorato, Francesca, fonte di atroci struggimenti per l’inverno 2002/2003. Studiava a Bologna, era intelligente, simpatica, bellissima, di conseguenza ingestibile.

Nel 2002 stavo per iniziare l’università, quindi il periodo più bello della mia vita, i miei genitori lavoravano entrambi – ma erano entrambi rilassati e prossimi alla pensione – vivevamo a Milano nord in un palazzo rossiccio con vista Milano – Meda, in un appartamento dove ora stanno molti cinesi.

Era il 2002, quindi più o meno 15 anni fa.

Amo le liste, per cui dovessi fare un elenco di quel che mi direi nel 2002, lo svilupperei in un pratico elenco puntato

  1. Non litigare con Gianni De Michelis, quando ti capiterà, capirai. Eventuale corollario: non andare nel posto dove incontrerai Gianni De Michelis.
  2. Prova a prendere le cose seriamente, non è sempre tutto cazzeggio.
  3. L’università: vai tranquillo, andrà alla grande, periodo indimenticabile.
  4. I primi lavori – come ricordava Giovanni De Stefano – ti saranno pagati cifre impensabili per oggi. Metti da parte, la pacchia durerà qualche anno. In ogni caso nei primi anni ti pagheranno molto bene per fare cose che ti piacciono, in seguito ti pagheranno bene soprattutto per cose che non ti piacciono e sai fare con la mano destra; nota bene, sei mancino.
  5. A vent’anni non imitare lo stile di vita di nessuno degli scrittori che ami, non è quello il segreto.
  6. È ok spendere per fare libri oggetto con la copertina in vetro. Vendine qualcuno di più però: almeno sette, no?
  7. Compra meno libri, studia meglio quelli che hai.
  8. Stai più dietro alle persone che per qualche motivo ti vogliono bene.
  9. Lascia perdere la chitarra, andrà solo peggio e avrai sempre meno tempo per suonare fino a non averne del tutto: che poi è una scusa, sei sempre stato un cane a suonare.
  10. A proposito di equilibrio mentale, quella cosa che ogni tanto “sei giù” e pensi che passerà crescendo, be’, la risposta è no: te la porterai addosso a fasi alterne per molti dei prossimi anni. Ci siamo capiti.
  11. Registra video ai tuoi parenti anziani finché sono vivi.
  12. Scriverai un romanzo per il Saggiatore: sbattiti a promuoverlo, fai qualche presentazione in più.
  13. Non iscriverti all’Ordine dei Giornalisti, non li sopporti i giornalisti.
  14. Non aprire la partita Iva.
  15. Non andare mai, per nessun motivo, a feste di compleanno il 4 luglio. Tantomeno con un’auto storica. Mai. Fidati.
  16. Abbi più pazienza con tuo padre.
  17. Niente gatti: moriranno entrambi presto, lasciando la casa vuota.
  18. Non andare mai in Corsica. La Corsica è bellissima, ma ha un problema: anzi mica lei, il problema ce l’hai tu che in Corsica impazzisci, e non è un modo di dire. Non andarci mai.
  19. Telefona di più, esci di più, cerca di stare meno in casa; anche se lì ti senti al sicuro.
  20. Stare solo è da sempre la cosa che ti piace di più, ma attenzione che la libertà è complicata da gestire.
  21. Hai bisogno di qualcuno che viva al tuo fianco, senza quel qualcuno ti perdi, con quel qualcuno stai dritto, tieni la pancia dentro.
  22. Non ascoltare mai, per nessun motivo al mondo i consigli di te stesso a 34 anni.

 

Nelle puntate precedenti

Filippo Pretolani

Andrea Bozzo

Giovanni De Stefano

Matilde Quarti

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >