Society
di Guia Cortassa 17 Febbraio 2017

Avessi Vent’anni – “Ricordati che la felicità esiste: ma non voglio spoilerare…”

Cosa ti diresti allora, adesso?

Potessimo incontrare noi stessi a vent’anni, cosa avremmo da dirci? Questa rubrica Ivan Carozzi l’ha chiamata “lo sport estremo dell’autoanalisi” e come definizione ci piace moltissimo: “Avessi vent’anni” esce ogni venerdì. Qui ci sono tutte le puntate precedenti.

Vuoi tornare indietro nel tempo per dirti qualcosa? Perfetto, siamo qui per questo: scrivici a info@dailybest.it.

 

Ciao Guia, qui è il 2017 e stai per compiere 35 anni; hai i capelli blu, mischi la pasta senza alcun pudore e vorresti portare a casa qualsiasi cosa abbia la forma o il colore di un fenicottero ––ti sembra impossibile, vero?

Lo so che tu, lì, ora, non hai una grande considerazione dei trentenni, ma una cosa te la posso svelare: quando avrai raggiunto la loro età, capirai finalmente che è una questione generazionale e non anagrafica. Purtroppo, però, il terrore degli anni che passano non se ne andrà mai: l’inadeguatezza di fondo, il timore di essere troppo giovane o troppo vecchia rimarranno con te, ma, magari, parlandone ora, riusciamo ad alleviarli un po’. Almeno, proviamoci.

Ho un po’ di cose da dirti:

– La stai prendendo troppo alla larga. Abbandona quello che stai facendo e torna alla tua idea originaria. Lo farai comunque, ma ti ci vorranno dodici anni prima di capirlo, quindi magari stavolta risparmiamo tempo.

– Lascialo, prima che ti lasci lui l’anno prossimo, nel peggior momento possibile: non ne potete più entrambi e lo sapete, dai.

– Sì, hai ragione, è e sarà sempre Londra, anche dopo tutti i giri della vita. Non far passare nove anni prima di tornarci, vacci subito e rimani lì, che poi arriverà la Brexit proprio quando avrai deciso e sarà un casino.

– La felicità esiste. Vorrei tanto raccontarti come e quando lo scoprirai, ma spoilerare una cosa così bella sarebbe la peggiore cattiveria che potrei farti. Sappi, però, che sarà tale da farti ricordare per sempre il giorno, il luogo e persino la musica che avrà avuto in sottofondo. Ti verranno gli occhi lucidi ogni volta che ci penserai e cercherai di ritrovare quella sensazione in qualsiasi cosa farai. Un indizio, anzi due: non sto parlando di matrimoni o figli, ma di palme (no non quelle di Piazza Duomo, anche se ora questa frase ti sembrerà folle).

– Gli abiti di tre taglie più grandi con quei glutei e quegli addominali: no. Però i vestiti tienili che poi ti serviranno nonostante l’oversize sia passato di moda.

– Imparerai a lasciarti andare veramente nel novembre del 2010: non è un peccato aspettare ancora otto anni prima di accettare di mollare le redini e non tenere tutto sempre lucidamente sotto controllo?

– Non è vero che non vuoi più suonare, è che sei pigra. Poi dovrai fare il doppio dello sforzo per ricominciare, dopo dieci anni che non metti le mani su una tastiera, e le lacrime non saranno solo per la fatica.

– Sarà l’ultimo Natale tutti insieme: fai di tutto perché non possa essere dimenticato, ché poi sarai presa alla sprovvista e cercare di ricostruire i ricordi a posteriori fa ancora più male.

Soprattutto, non ascoltare, fai e sii quello che vuoi, sempre; tutte le scelte che hai fatto sono maturate dentro di te senza bisogno di conferme o rassicurazioni esterne: è l’unico, vero talento che hai.

Nelle puntate precedenti

Filippo Pretolani

Andrea Bozzo

Giovanni De Stefano

Matilde Quarti

Gabriele Ferraresi

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >