Society
di Simone Stefanini 24 Giugno 2016

Brexit, le prime pagine clamorosamente sbagliate dei quotidiani italiani

Colpa dei tempi della stampa, ma anche il segno che le copie cartacee sono retaggi del secolo scorso

La Gazzetta del Mezzogiorno  La Gazzetta del Mezzogiorno

 

Oggi, venerdì 24 giugno 2016, è un giorno che passerà alla storia. La notte del Brexit, il referendum che chiedeva agli abitanti del Regno Unito se volevano o meno rimanere in Europa ha dato un esito chiaro e preoccupante: dopo un testa a testa durato fino alle ore piccole, il Leave ha vinto col 52% dei voti e ora la Gran Bretagna si appresta a uscire dall’Europa. Un dato che ha portato alle dimissioni del premer David Cameron, alla caduta della sterlina a valori che non toccava da 30 anni e a un inevitabile processo imitativo dei partiti anti-europeisti degli altri paesi membri. Tipo Marine Le Pen o Matteo Salvini della Lega, che ha gioito e ha già chiesto lo stesso referendum per il nostro paese.

 

Eccoci. facebook - Eccoci.

 

Chi ha fatto le ore piccole con Mentana, sapeva già del sorprendente risultato, così come chi ha aperto Facebook appena sveglio. Chi invece si è svegliato poco fa ed è andato a fare colazione al bar, probabilmente ha letto il giornale ed è uscito un minimo perplesso e confuso.

Perché tutti stanno parlando dello UK fuori dall’Europa quando sulle prime pagine dei quotidiani c’è scritto esattamente il contrario? Siamo forse in una puntata di Black Mirror? Sfogliando questa galleria, sembra proprio di sì.

 

Il problema dei quotidiani, in questo caso sembra essere proprio la tempistica. I primi sondaggi infatti davano nettamente in vantaggio il fronte del Remain, e la scelta redazionale della maggior parte dei giornali nazionali è stata quella di fidarsi, scrivendo a chiare lettere in prima pagina di un esito totalmente diverso da quello reale e di andare in stampa.

In sostanza: buona parte dei quotidiani stampati questa mattina erano da buttare ancora prima dell’apertura delle edicole. Anzi, peggio: ancora freschi di stampa erano già la vergogna di direttori e redazioni. Non è colpa loro, ci mancherebbe, ma è proprio in queste situazioni che si coglie quanto le versioni cartacee dei giornali siano un retaggio del secolo scorso, ormai dotato di pochissimo senso.

Per dire, anche l’autorevolissimo Corriere della Sera, il quotidiano che online ha deciso di vendere i propri articoli e non offrirli gratuitamente, ha preso una cantonata di quelle epocali, pur rimanendo un po’ più sul vago.

 

Vatti a fidare dei sondaggi giornale.it - Vatti a fidare dei sondaggi

 

Il Fatto Quotidiano tenta mosse ancor più da equilibrista, parlando dell’ottimismo delle borse e non dei risultati delle urne.

 

Le Borse avranno pure votato Europa, i cittadini no giornale.it - Le Borse avranno pure votato Europa, i cittadini no

 

Anche la bibbia giornaliera degli economisti italiani, il Sole 24 Ore, si sbilancia con un titolone che a rileggerlo stamattina sembra una presa di giro.

 

La prossima volta facciamo votare i mercati giornale.it - La prossima volta facciamo votare i mercati

 

Il Gazzettino, quotidiano del Nord Est, fa il paio con la Gazzetta del Mezzogiorno, la cui prima pagina vedete all’inizio dell’articolo. Entrambi cantano l’inequivocabile vittoria per l’Europa.

Probabilmente, l’età media dei britannici che hanno votato per l’uscita dall’Europa, è la stessa di quelli che non si fidano di internet, preferendogli la carta stampata.

Bella mossa, guys.

 

Proprio così. giornale.it - Proprio così.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >