Society
di Simone Stefanini 24 Giugno 2016

Brexit, le prime pagine clamorosamente sbagliate dei quotidiani italiani

Colpa dei tempi della stampa, ma anche il segno che le copie cartacee sono retaggi del secolo scorso

La Gazzetta del Mezzogiorno  La Gazzetta del Mezzogiorno

 

Oggi, venerdì 24 giugno 2016, è un giorno che passerà alla storia. La notte del Brexit, il referendum che chiedeva agli abitanti del Regno Unito se volevano o meno rimanere in Europa ha dato un esito chiaro e preoccupante: dopo un testa a testa durato fino alle ore piccole, il Leave ha vinto col 52% dei voti e ora la Gran Bretagna si appresta a uscire dall’Europa. Un dato che ha portato alle dimissioni del premer David Cameron, alla caduta della sterlina a valori che non toccava da 30 anni e a un inevitabile processo imitativo dei partiti anti-europeisti degli altri paesi membri. Tipo Marine Le Pen o Matteo Salvini della Lega, che ha gioito e ha già chiesto lo stesso referendum per il nostro paese.

 

Eccoci. facebook - Eccoci.

 

Chi ha fatto le ore piccole con Mentana, sapeva già del sorprendente risultato, così come chi ha aperto Facebook appena sveglio. Chi invece si è svegliato poco fa ed è andato a fare colazione al bar, probabilmente ha letto il giornale ed è uscito un minimo perplesso e confuso.

Perché tutti stanno parlando dello UK fuori dall’Europa quando sulle prime pagine dei quotidiani c’è scritto esattamente il contrario? Siamo forse in una puntata di Black Mirror? Sfogliando questa galleria, sembra proprio di sì.

 

Il problema dei quotidiani, in questo caso sembra essere proprio la tempistica. I primi sondaggi infatti davano nettamente in vantaggio il fronte del Remain, e la scelta redazionale della maggior parte dei giornali nazionali è stata quella di fidarsi, scrivendo a chiare lettere in prima pagina di un esito totalmente diverso da quello reale e di andare in stampa.

In sostanza: buona parte dei quotidiani stampati questa mattina erano da buttare ancora prima dell’apertura delle edicole. Anzi, peggio: ancora freschi di stampa erano già la vergogna di direttori e redazioni. Non è colpa loro, ci mancherebbe, ma è proprio in queste situazioni che si coglie quanto le versioni cartacee dei giornali siano un retaggio del secolo scorso, ormai dotato di pochissimo senso.

Per dire, anche l’autorevolissimo Corriere della Sera, il quotidiano che online ha deciso di vendere i propri articoli e non offrirli gratuitamente, ha preso una cantonata di quelle epocali, pur rimanendo un po’ più sul vago.

 

Vatti a fidare dei sondaggi giornale.it - Vatti a fidare dei sondaggi

 

Il Fatto Quotidiano tenta mosse ancor più da equilibrista, parlando dell’ottimismo delle borse e non dei risultati delle urne.

 

Le Borse avranno pure votato Europa, i cittadini no giornale.it - Le Borse avranno pure votato Europa, i cittadini no

 

Anche la bibbia giornaliera degli economisti italiani, il Sole 24 Ore, si sbilancia con un titolone che a rileggerlo stamattina sembra una presa di giro.

 

La prossima volta facciamo votare i mercati giornale.it - La prossima volta facciamo votare i mercati

 

Il Gazzettino, quotidiano del Nord Est, fa il paio con la Gazzetta del Mezzogiorno, la cui prima pagina vedete all’inizio dell’articolo. Entrambi cantano l’inequivocabile vittoria per l’Europa.

Probabilmente, l’età media dei britannici che hanno votato per l’uscita dall’Europa, è la stessa di quelli che non si fidano di internet, preferendogli la carta stampata.

Bella mossa, guys.

 

Proprio così. giornale.it - Proprio così.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >