Society
di Gabriele Ferraresi 18 Aprile 2016

Cosa fare quando ti rubano la bicicletta

Capita. Vediamo come non farlo capitare, e cosa fare se proprio le cose vanno male…

 

È arrivata la primavera, c’è il sole, e i pomeriggi invogliano a fare lunghi, piacevolissimi giretti in bici al parco. Ma non solo: passato il brutto tempo in tanti tirano fuori la due ruote dal box e ci vanno ogni giorno al lavoro, ci fanno le piccole e grandi commissioni quotidiane, insomma, la usano per quello che è: il più semplice, pulito, e geniale mezzo di trasporto mai inventato – e anche IKEA se n’è accorta da qualche tempo.

 

bici rubata

Ogni rosa ha le sue spine però: girare in bici è bellissimo, ma ci espone all’inevitabile rischio che la bici ce la ciulino, come diremmo a Milano. Insomma, che qualcuno ce la rubi. Noi di Dailybest vogliamo proporvi qui un how-to scaramantico, sperando che non serva mai. Ma se capita, almeno sarete preparati.

Prevenire è meglio che bestemmiare
Che bello! C’è il sole, andiamo a fare un giro. Però portiamoci dietro la catena adatta per legare la bici, casomai ci venga voglia di fare due passi a piedi, o entrare in un negozio. Parliamo di catene, bloster, archetti, e tutti gli strumenti che possiamo utilizzare per impedire ai ladri di portarci via la nostra amata due ruote.

Ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche, i Kryptonite vanno alla grande e sono affidabili e sicuri, così come alcuni modelli della ABUS. In molti casi possono costare più della vostra bici, soprattutto se è un po’ vecchiotta. Ma se solo la vostra bici vale più di 100 euro, non esitate: prendetevi un bell’archetto a U di quelli pesanti, infilatelo impeccabilmente in un passante della cintura, e via, pedalare. Costano cari? Sì.

 

 

 

Ma pensate a quanto vi costerebbe in termini di tempo cercarvi una bici nuova, e una catena nuova. Come scegliere quello adatto? Su Bologna Bike Watch c’è un ottimo comparatore, usatelo, e scegliete quello che fa per voi.

E l’antifurto GPS? Perché no, anche quello può essere una soluzione, ma soprattutto sulle biciclette di fascia medio-alta. Ce ne sono di vari prezzi e tipi, e c’è anche un crowdfunding che sta per partire proprio per un antifurto GPS, si chiama Sherlock.

 

 

Non avete foto della vostra bici? Male. Fatele oggi
A meno che siate appassionati di bici, e con un amore smisurato nei confronti della vostra due ruote, è difficile che abbiate delle belle foto della vostra bicicletta.

Per “belle” intendo foto in cui la si vede bene, intera: foto dove si leggono marca, modello, o dove si possano vedere eventuali dettagli che solo voi potete conoscere e la rendono unica.

Perché questa dedizione fotografico-ciclistica? Perché quando andrete a fare denuncia dopo il furto, le foto ve le chiederanno, e sarà bene averle con voi. Anche in formato elettronico andranno benissimo.

 

Vi hanno rubato la bici? Prima cosa: fate denuncia
Sì, ci hanno rubato la bici. Dopo avere detto e pensato cose poco carine, c’è una sola cosa da fare. Andare a sporgere denuncia, ovviamente contro ignoti. Non dimenticate il punto sopra e portatevi dietro le foto che avete scattato, anche solo su una chiavetta USB.

 

 

 

Cercate un po’ online, e continuate a farlo per qualche giorno
Quando sparisce una bici, sul sito Rubbici vale sempre la pena di dare un’occhiata: lì trovate bici rubate, bici sospette, bici sequestrate e bici recuperate. Nella categoria “bici rubate” ovviamente non trovate annunci di vendita, ma di proprietari derubati, che espongono foto e descrizione della bici, chiedendo a chi l’avvista di fargli un metaforico fischio. Molto utile il vademecum di Rubbici – in pdf qui – con i siti da tenere d’occhio, dove finiscono in vendita le biciclette rubate in Italia e in Europa.

 

Dite che non serve fare denuncia?
Sbagliato: serve eccome. Le biciclette ritrovate – almeno nelle metropoli – sono moltissime ogni anno. Forse sperare che ritrovino proprio la nostra, è un po’ eccessivo, ma chissà, forse non la nostra… ma le ritrovano eccome le bici, basta dare un’occhiata alle biciclette recuperate del Comune di Milano su Flickr. Inoltre la denuncia serve anche a uno scopo molto più pratico. Una volta che per qualche insondabile colpo di fortuna avete ritrovato la vostra bici, magari in vendita da qualche parte, in qualche mercatino, dovrete dimostrare a quello che la sta vendendo che è vostra. Proprio così. In caso il venditore sia poco disposto a sentire le vostre ragioni, fatevi accompagnare da una forza dell’ordine a scelta, verrà rapidamente a miti consigli. Anche perché sta compiendo un reato.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >