Society
di Marco Villa 6 Settembre 2016

La Cybercondria ti fa cercare sintomi su Google e ti fa buttare soldi inutilmente

È capitato a tutti di cercare informazioni su un mal di gola e finire per trovare diagnosi di malattie gravissime

cybercondria-2 Flickr Mattza

 

Una delle peggiori abitudini online: andare a cercare a cosa potrebbero essere dovuti sintomi di qualsiasi tipo. Dal dolorino al collo, passando per quel mal di testa troppo strano, finendo al più classico dei dolori intercostali. La procedura è sempre la stessa: prima la ricerca, poi l’approdo su Wikipedia, che in questi casi si rivela completamente inutile. E allora ci si inabissa sempre di più nei risultati di Google, partendo da pagine che dicono “non è niente” e finendo a quelle che garantiscono la morte entro pochi giorni. E ovviamente, di fronte a questi rischi, cosa si fa? Chiaro: si va dal medico, ma spesso non da quello di base. No, si prenota direttamente da uno specialista, magari a pagamento, per non dover aspettare dieci giorni. Del resto cosa sono 100 euro di fronte al rischio di lasciare questa valle di lacrime entro poche ore?

Se vi siete riconosciuti in queste abitudini, non siete soli: si tratta di un comportamento tutt’altro che isolato, che ogni anno fa spendere tantissimi soldi in accertamenti non necessari. Un articolo pubblicato da Quartz rivela che nei soli Stati Uniti ogni anno vengono spesi oltre 20 miliardi di dollari in esami e visite che si potrebbero tranquillamente evitare, spesso motivate da ricerche online simili a quelle che abbiamo descritto. Non è raro, infatti, che i pazienti si presentino dal medico con tanto di diagnosi stampate da internet. Del resto è la stessa Google a dichiarare che l’1% delle ricerche effettuate è a tema medico: e l’1% è un numero gigantesco, si parla di milioni e milioni di ricerche.

 

cybercondria-1 Flickr Images Money

 

Come riporta Quartz, si tratta di comportamenti talmente codificati da aver portato alla nascita di un neologismo per descriverli: Cybercondria. Una geniale intuizione che risale al 2001 e che è stata approfondita negli anni successivi, quando un gruppo di studiosi ha compiuto una ricerca sulla correlazione tra ricerche online e aumento di ansia legata a motivi di salute. In un campione di oltre 500 intervistati, il 90% ha dichiarato di partire da ricerche che danno risultati in qualche modo rassicuranti, finendo a diagnosi catastrofiche.

Tutti dati che si riferiscono agli Stati Uniti, ma in Europa e in Italia non siamo molto lontani: basti pensare che il internet viene considerata dagli italiani la terza fonte più consultata dopo medico di base e specialisti, ma prima del farmacista. Condannati alla cybercondria.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >