Society
di Simone Stefanini 17 Giugno 2015

Le più assurde decorazioni d’interni nei set dei film porno vintage

Foto strepitose di set di film porno anni 60/70, commentate con la sagacia di cui disponiamo.

Quando si parla di porno, mi sembra di vedervi che distogliete lo sguardo e che arrossite come suorine al primo giorno di campeggio. Il fatto però è che, almeno una volta nella vita, tutti hanno guardato un film nel quale gli esseri umani si accoppiano senza un perché.

Una menzione particolare va a quelli dell’epoca d’oro della pornografia, quella degli anni 60/70, in cui c’era ancora una certa cura per i dialoghi (“Salve bell’uomo, ho un tubo che perde” – “Lo ripariamo subito” e poi via a copulare come bonobi), per la trama (un uomo porta una pizza a domicilio, apre una ragazza in sottoveste, la ingroppa) e soprattutto per il design d’interni, per gli arredi e gli accessori sul set.

In questa galleria di Flashbak è possibile trovare sfarzo e ricerca armonica fuori dal normale, sembra infatti di abitare le visioni di alcuni pittori surrealisti pieni di droga.

Andiamo a vedere, uno per uno, gli scenari dei porno vintage giusto un momento prima della situazione:

FONTE | flashbak.com

Una threesome di sicuro gusto: lo scarsocrinito alla sinistra è nato senza spalle, la ragazza gongola col fai-da-te ed il cantante di un gruppo indiefolk la mena coi suoi pezzi. Ma soffermiamoci sull’arredamento: in effetti, anche se poteva apparire assurdo, c’è una foto di due bambini che si baciano incastonata dentro una cornice che in realtà cela il copri tazza del cesso di legno.

porn interiors 7

Doppia coppia coi baffi, le gemelline bionde ai margini ed i ragazzoni che si desiderano vicendevolmente. Fosse questo il problema… lo scenografo ha insistito per combinare alle pareti quadri di art decò, poster di cantanti anni ’80 tra cui riconosco la bella Kim Wilde e un giovane Fausto Leali (ma qui ipotizzo) con una stampaccia coi fiori presa in sconto al Conad.

porn interiors 6

L’uomo in mezzo a due dame fa la figura del salame? Dipende, poiché Basettoni ha puntato il retrobottega della signora, mentre Margaret Thatcher sta a guardare. Accanto alla Lady di Ferro, un orsetto gigante di quelli che è impossibile vincere al luna park, un poster del Giubileo, un candeliere gotico e un dildo robotico nero.

porn interiors 8

Scena saffica con sguardo rivolto ai nerd al piano di sopra. Per via della crisi, le due coppie vivono in stanze alte 70 cm, ma fortunatamente sono provviste di radio sveglia in metallo al posto dei più comodi cuscini. Dice fa bene alla cervicale. I due sopra intanto fumano oppio e al sesso non ci pensano nemmeno.

porn interiors 9

Una selva di piante da ufficio. Come minimo il ragazzino di 14 anni è il megapresidente ereditario. La cameriera intanto gli fa comprendere che forse è meglio smetterla di dare il ramato, perché le piante si stanno portano via tutto l’ossigeno e che presto prenderanno il controllo della corporation.

porn interiors 11

Tantissimi colori. La scena più vecchia del mondo: “Vieni qui che ti faccio vedere le foto della gita” e poi vai col liscio. Tra bevande illegali e carta da parati da brividi, spicca la testa originale di Nefertiti, portata all’interno della stanza perché viziosa anche da morta.

porn interiors 13

Ah, la bella storia di Cenerentola…  che in questo caso è interpretata dalla meretrice di Babilonia che tenta di farsi il biondo biondissimo, il quale pare visibilmente in paranoia. Sarà forse per quella macchinina che reca in bella mostra come soprammobile? Oppure per aver fatto accomodare la sgualdrina sopra una poltrona di carta di giornale e vinavil?

porn interiors 14

Pensiero stupendo. Dimenticarsi queste acconciature lo sarebbe.

porn interiors 1

Finalmente un po’ d’azione, tranne per il ragazzo all’estrema sinistra che continua a raccontare la sua barzelletta, nonostante a nessuno, ormai, freghi più un cazzo di niente. Magari sarebbe stato meglio non mostrare alcuni bassorilievi rubati dall’ultima visita in Giordania, che abbinati alle tazze tirolesi e al tappeto proto Ikea sono una botta al cuore.

porn interiors 2

Acconciature impossibili, stanza all black, quadri che suggeriscono il sesso, la tovaglia dell’asilo, i bicchieri contenenti bevande radioattive, un orribile vecchio all’estrema destra, che fa la combo con la ragazza dalla testa deforme a sinistra.

porn interiors 5

Ragazze che stanno per fare le situazioni, in un angolino Ikea perfettamente riprodotto, se non fosse per la maschera del maiale Malocchio, che proprio bene non porta.

porn interiors 10

“Dai, ora che vi siete conosciuti, ditemi che ne pensate delle mie nuove tende sobrie.” – “Cazzo mene, togliti che qui bisogna scop.” Furono le ultime parole del povero Enzo, che fu ucciso dalla caduta del lampadario in dura ghisa, che gli prese precisa la testa, sulla quale fu posizionato per chiaro errore dello scenografo.

porn interiors 1

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >