Society
di Simone Stefanini 23 Novembre 2015

Due designer tedeschi hanno creato una maglietta più nera del nero

Il viperblack è il colore più nero possibile, riflette la luce il 50% meno del nero normale

blacker-than-black upvoted - Viperblack

 

[Per scoprire tutto sulla maglietta più nera del nero clicca qui]

Nemici dei colori, finalmente ci siamo. Il fashion duo tedesco composto da Gabriel Platt e Phoebe Heess ha prodotto la maglietta più nera possibile. Addirittura, più nera del nero. Una cosa di un’allegria mortale.

Questo nuovo colore mega oscuro si chiama Viperblack e il loro lavoro è stato ispirato addirittura da Mercoledì Addams, la dolce figlia di Morticia e Gomez che era solita dichiarare: smetterò di vestirmi di nero quando inventeranno un colore più scuro.

 

wed-addams upvoted - Mercoledì Addams

 

Detto fatto. I due sono andati in Svizzera a parlare con alcuni ricercatori e si sono guardati intorno per scoprire come sviluppare il nuovo colore. Hanno preso spunto dalla vipera del Gabon, che è solita mimetizzarsi nella natura grazie alle parti scure sulle sue squame, che riflettono pochissima luce.

 

La temibile vipera del Gabon kickstarter - La temibile vipera del Gabon

 

Poi hanno creato un progetto Kickstarter per finanziare la loro scoperta. Il crowdfunding è andato talmente bene da doppiare il loro obiettivo di 10000 €. Una maglietta costa 69 €.

Platt dice che il viperblack riflette la luce il 50% meno degli altri neri in commercio. Logicamente, non è possibile capirlo guardandolo dallo schermo di un computer, ma la foto qui sotto mostra com’è il suo tessuto comparato a un normale nero.

 

b21913d0e61267fd42c1575df4e65a82_original upvoted - Il nero più nero del nero

 

In realtà, questo nuovo materiale non è nemmeno avvicinabile al materiale più scuro mai prodotto. Infatti il premio per i più dark del mondo va a quelli della NASA, che ne hanno creato uno in grado di assorbire il 99% della luce. Purtroppo per i gotici di tutto il mondo, non è possibile indossare quel materiale lì.

 

newblack upvoted - Il materiale più nero al mondo, sviluppato dalla NASA

 

Eh, quello sarebbe proprio un sogno. È così nero che l’occhio umano non lo vede neppure, ne perde i contorni e la forma, lasciando solo l’abisso. Sarebbe stato perfetto per farci un abitino da cocktail e invece vi dovrete accontentare del viperblack, che in ogni caso è la cosa più vicina all’assenza di luce che si possa indossare.

FONTE | upvoted

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >