Society
di Lorenzo Mannella 23 Novembre 2015

Perché abbiamo paura di rifugiati e musulmani?

Gli attacchi terroristici di Parigi hanno mandato in corto circuito il nostro cervello

Not afraid imgur - Una manifestazione dopo gli attentati a Parigi di gennaio 2015

 

Se i terroristi dell’ISIS sono musulmani, allora tutti i musulmani sono potenziali terroristi.” Una frase del genere la potreste sentire al bar, in fila al supermercato o in diretta TV. Gli attacchi terroristici di Parigi hanno hanno lasciato una ferita profonda, ma la parte peggiore di tutta questa vicenda è la paura. Come se a essere in pericolo fossimo solo ‘noi’, e a minacciarci fossero solo ‘loro’. No: in quella strage sarebbe potuto morire chiunque, anche un rifugiato o un musulmano.

È difficile uscire dal vicolo cieco della paura, soprattutto perché questa sensazione di insicurezza è impiantata nel nostro cervello. Quando succede qualcosa di terribile tendiamo a ignorare le statistiche e rispondiamo in modo istintivo. In un attimo, i rifugiati siriani che arrivano in Europa diventano tutti terroristi.

Quando si verifica un attacco, c’è un alto costo [percepito] nel confondere tra loro gruppi di appartenenza con gruppi di non appartenenza,” ha detto a Vox Mina Cikara del laboratorio di neuroscienza di Harvard. “Così quando vedi un attacco come quello di Beirut o Parigi, i confini tra ‘noi’ e ‘loro’ si evidenziano. Significa che questi confini diventano più circoscritti; il concetto di ‘loro’ diventa più sottile.

Alcuni studi di psicologia dimostrerebbero che le persone percepiscono le minacce esterne più vicine del solito. Per ‘vicine’ significa proprio che sbagliamo a dare una stima in chilometri della distanza di potenziali nemici. Di conseguenza, quando i governi decidono di costruire nuovi muri per bloccare i flussi migratori, ci sentiamo più sicuri.

Tuttavia, i numeri riportati da Amnesty International ridimensionano la situazione: l’Europa non è sotto assedio. L’anno scorso contava 1.1 milioni di rifugiati, mentre la sola Turchia, che ha un settimo del numero di abitanti della UE, oggi ospita più di 2.2 milioni di siriani.

Ma cosa succede quando percepiamo una minaccia per le strade della nostra città? In situazioni di incertezza, sostengono altri studi, saremmo meno tolleranti e più portati a dubitare degli altri. Dobbiamo imparare a fronteggiare la paura, e il modo più facile per farlo è fidarsi di ‘loro’, le persone che percepiamo come minacce.

https://youtu.be/lRbbEQkraYg

Arriva un momento in cui ti rendi conto che ‘loro’ in realtà siamo ‘noi’. Le persone che tu pensi essere dei potenziali terroristi in realtà hanno più paura di te. Ma reagiscono. Un ragazzo di religione musulmana che vive a Parigi si è bendato al centro di Place de la République, invitando gli sconosciuti ad abbracciarlo. Dopo aver stretto fra le braccia decine di persone, si è tolto la benda e ha detto a tutti che era lì per lanciare un messaggio: “sono musulmano, ma ciò non fa di me un terrorista.

C’è un’ultima questione in sospeso. Fare distinzione tra immigrati e rifugiati – ve lo ricordate il video di The Jackal? – non porta a niente di buono. La guerra ha causato un’ondata di fuga che nel 2015 ha portato 800mila persone sulle coste europee, il 90 per cento delle quali in modo irregolare. C’è chi scappa dalle guerre e chi, invece, cerca di costruirsi una vita migliore. Come suggerisce un articolo su Internazionale, dovremmo chiamarli semplicemente “viaggiatori”.

FONTE | Vox.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >