Still dal video https://www.youtube.com/watch?v=x1BG6ieEKEE
Society
di Claudia Mazziotta 19 Febbraio 2020

Diciamo no al baby culturismo

Basta cercare sul web parole come “baby building” per rendersi conto della raccapricciante ossessione per la perfezione del corpo che ha coinvolto anche i bambini.

Scrollando a caso profili Instagram mi sono imbattuta in un video che mi ha davvero lasciata perplessa. Generalmente, quando vedo postate sui social immagini di bambini inconsapevoli, passo oltre per evitare di arrabbiarmi. Questa volta, però, non ci sono riuscita. Non si trattava di una comune foto o di un video di un tenero e paffutello minorenne, bensì di un ragazzino di forse sei anni con la faccia imbruttita che sollevava con tutta la preparazione, il tempo, la respirazione necessari, un bilanciere da terra da chissà quanti kg. Terminata l’eroica impresa, una voce adulta fuori campo ricompensava il bambino dicendogli: “You’re the best one”, mentre lui annuiva disciplinato.

https://www.instagram.com/p/B8o1_migBL5/

Il fenomeno del culturismo ha coinvolto anche i bambini e il web è testimone di questa tendenza. Basta cercare su qualsiasi motore di ricerca parole come “baby building”, “culturismo per bambini”, “bambini più forti del mondo” per rendersi conto che il web pullula di video, foto, forum, profili Instagram di bambini che si allenano in palestra quotidianamente. Profili Instagram per lo più gestiti da genitori che vivono a loro volta, naturalmente, nel mondo del bodybuilding.

Il quotidiano svizzero 20 Minuten è uno dei primi a rendere nota l’ossessione per il corpo perfetto entrata anche nell’immaginario dei più piccoli e denuncia, in un paio di articoli (1, 2) , la preoccupazione che questi piccoli culturisti comincino ad assumere anabolizzanti per pompare i loro muscoli. Altrove si legge che lo sforzo muscolare da giovanissimi può danneggiare le strutture ossee e delle cartilagini, influendo negativamente sulla crescita e la postura del bambino.

Nonostante il parere incerto o negativo degli esperti, il fenomeno del baby culturismo esiste. Nonostante si leggano commenti arrabbiati e indignati sotto articoli, video, foto che testimoniano questa realtà, i profili Instagram di questi bambini culturisti hanno un seguito pazzesco di mille mila followers e, ripeto, la cosa più angosciante è che il fenomeno sia supportato e incitato dai genitori.

Senza entrare troppo nel merito del culturismo in genere e a prescindere dalle conseguenze negative o meno che un allenamento intensivo può provocare sul fisico di bambini piccolissimi, di una cosa sono sicura: incoraggiare i propri figli quando sono così piccoli a chiudersi in una stanza per sollevare pesi esagerati con lo scopo di farsi venire gli addominali credo sia profondamente sbagliato proprio dal punto di vista educativo.

La dimensione dello sport per la crescita e l’educazione di un bambino è fondamentale per tutto quello che riguarda i valori che esso trasmette quali lo spirito di gruppo, la collaborazione, la condivisione, la tolleranza, l’inclusione, la lealtà. Fare sport significa imparare anche e soprattutto a stare insieme e, si sa, certe cose prima le si imparano meglio è. Fare sport significa vincere ma anche perdere, con sé stessi e con gli altri. Non significa solo migliorare il proprio corpo e le proprie prestazioni fisiche. Fare sport non significa ossessione per la perfezione del proprio corpo e il baby culturismo è l’ennesima prova apocalittica dell’importanza che la bellezza e la perfezione estetica hanno nella nostra società.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >