Society
di Stefano Yamato 23 Gennaio 2014

Facebook perderà 80% di utenti entro il 2017: i dati di una ricerca scientifica USA

Facebook è una malattia infettiva, ma l’umanità sta diventando immune ed entro il 2017 il social network sarà in gran parte deserto. Forse.

facebook-morte

Facebook è una malattia infettiva che si è diffusa nel mondo, ma l’umanità sta diventando immune ed entro il 2017 il social network sarà in gran parte deserto. E’ ciò che affermano i risultati di uno studio compiuto dai ricercatori della Princeton University negli Stati Uniti, resi noti dal Guardian.

I loro “presagi” di una crisi imminente del re dei Social Network si basano su un modello solitamente utilizzato per la curva di diffusione delle epidemie. Praticamente gli scienziati sostengono che, come la peste bubbonica, Facebook finirà per scomparire.

Lo scenario è apocalittico e forse il confronto tra epidemia e social network appare quantomeno azzardato, ma in realtà la ricerca sembra essere solida e la sua proiezione è di una perdita di circa l’80% degli utenti entro il 2017, un valore che avrebbe effetti devastanti su Facebook ed i suoi piani di business.

I due ricercatori John Cannarella e Joshua Spechler, appartenenti al dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale dell’università, hanno basato la loro previsione sul numero di volte che Facebook è digitato in Google come termine di ricerca . I grafici prodotti da Google Trends mostrano come Facebook abbia raggiunto il suo picco massimo di ricerche nel dicembre 2012, per poi cominciare lentamente ad affievolirsi .

“Le idee, come le malattie, hanno dimostrato di avere una diffusione contagiosa tra le persone per poi scomparire come le malattie. Le idee sono state spesso analizzate con successo attraverso  modelli epidemiologici” affermano gli autori in un documento intitolato “Epidemiological modelling of online social network dynamics” (Modellazione epidemiologica delle dinamiche online dei social network). I ricercatori sostengono la tesi che “le idee si diffondono attraverso il contatto comunicativo tra persone diverse che condividono idee le une con le altre. Coloro che le hanno diffuse perdono spesso interesse con l’idea e non la manifestano più , scatenando una reazione immunitaria a quella stessa idea”.

Facebook ha registrato quasi 1,2 miliardi di utenti attivi al mese di ottobre 2013 e non sembra cosi a rischio. Eppure Cannarella e Spechler hanno fondato i loro studi su complesse equazioni usate anche per mappare la diffusione e la regressione delle epidemie. Hanno persino utilizzato un campione di controllo per verificare i loro calcoli, scegliendo MYSPACE come cavia ideale (ha raggiunto 300 milioni di utenti nel 2007 e in tre anni e’ quasi scomparso per poi essere svenduto da Murdoch)

Il fatto che i ricercatori abbiano usato Google come uno dei parametri principali per i loro calcoli lascia aperto il campo a dubbi: ormai molta utenza di Facebook accede da mobile e quindi non passa più da Google, non è detto pertanto che il modello sia davvero corretto.

Intanto però sembrerebbe che il Chief Financial Officer di Facebook, David Ebersman, abbia ammesso che nel corso dei tre mesi precedenti: “abbiamo visto una diminuzione di utenti giornalieri, in particolare tra gli adolescenti più giovani“.

Difficile oggi pensare a Internet senza Facebook. Ma basta aspettare tre anni e staremo a vedere se i ricercatori americani avevano ragione…

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >