Society
di Dailybest 22 Marzo 2012

Federica Nargi nuda: foto hot della velina per un sogno che tutti aspettano

Federica Nargi nuda, finalmente. Le attesissime foto hot della sexy velina mora sono tra le più attese del web. Le sue forme sexy. Il suo magnifico seno nudo per un topless da urlo. La sua bellezza tipicamente italiana da svelare. La bellissima protagonista di Striscia la Notizia abita stabilmente nei sogni di milioni di telespettatori italiani che vedono in lei quel sogno tutto mediterraneo colmo di fascino e sensualità. Le fantasie erotiche su Federica sono probabilmente all’ordine del giorno nei pensieri dei suoi tanti fan. E finalmente arriva il sogno di Federica Nargi nuda, pronto a far brillare l’immaginazione della nazione.

E’ bene, però, procedere con il dovuto ordine, svelando questo sogno per gradi. Anzitutto facciamo un piccolo passo indietro, alla scoperta della carriera della bellissima velina.

Tutto comincia nella Capitale, dove Federica Nargi nasce il 5 febbraio 1990. E’ Roma dunque la città a cui dare merito di aver generato tanta bellezza. I suoi studi l’hanno portata a frequentare l’istituto tecnico del turismo, probabilmente col sogno di viaggiare. Fin da bambina, la sua passione è stata la danza classica, quella moderna e quella latino-americana, senza però trascurare la lettura di un buon libro, sintomo di una mente attenta e curiosa. La sua bellezza l’ha però presto portata a partecipare a concorsi nazionali, frequentando diverse passarelle, arrivando a vincere anche una delle fascie di Miss Italia.

La svolta nella sua vita arriva però con la partecipazione alla trasmissione “Veline”, evento dedicato alla ricerca delle nuove soubrette che appariranno nel popolare programma di Antonio Ricci, Striscia La Notizia. Federica Nargi stravince sulle altre e si aggiudica un posto al sole nella TV principale di Mediaset. Il suo impatto nello schermo è immediato, la sua bellezza, la sua simpatia e la sua freschezza la rendono subito ragazza amata e desiderata. Federica non si monta però la testa, promettendo alla sua famiglia che lo studio continuerò a far parte della sua vita. In particolare sono i suoi genitori ad appoggiarla: suo padre lavora come infermiere, mentre sua madre è casalinga. Ha anche una sorella più grande di lei. Tifosa della Roma, non disdegna di guardare le partite in TV, nonostante a volte sia “costretta” a tifare anche l’Inter per assecondare la fede si duo padre. Chissà che un giorno non si spogli nuda anche lei per uno scudetto giallorosso come Sabrina Ferilli.

Diventare una velina era uno dei suoi sogni nascosti fin da bambina. Al quotidiano Il Messaggero di Roma, dopo l’elezione a Velina, ha dichiarato: “Non riesco a crederci, nel mio destino c’era Striscia la Notizia. Quando da bambina guardavo in TV quella specie di balcone della trasmissione, non riuscivo a spiegarmi quel desiderio naturale di salirci un giorno anche io. Non pensavo però che sarei mai entrata nel mondo dello spettacolo, invece sembra proprio che doveva essere così“. E così è stato. Federica Nargi è diventata Velina, oltre che uno sex symbol della TV italiana.

I suoi sogni però vanno ben oltre Striscia la Notizia. Spesso ha dichiarato di avere ambizioni importante, di voler diventare attrice cinematografica, come alcune sue colleghe che l’hanno preceduta. Da buona romana aspira un giorno a lavorare con Carlo Verdone: nonostante il trasferimento a Milano, la sua romanità sembra intatta, così come la sua bellezza. Per ora possiamo godercela in TV, nei proverbiali stacchetti, nelle televendite ed in altre incursioni che gli autori le affidano, dandole sempre più spazio.

Fatto un breve excursus della sua carriera, torniamo a quello che era il sogno iniziale da cui siamo partiti: Francesca Nardi nuda. Purtroppo (o per fortuna per lei) per ora resta soltanto un sogno. La notizia di Francesca Nardi in topless, hot, nuda in un calendario, tette al vento e quant’altro non si può dare. Ad oggi, da ciò che ci risulta, Francesca ancora non si è mai spogliata di fronte ad un obiettivo e mantiene ben separata la sua intimità dalla sua vita nel grande schermo.

Molti di voi a questo punto diranno: Dailybest, ma allora? Perchè questo articolo in cui dite che Francesca Nardi è nuda? Non vi arrabbiate, ma abbiamo una risposta molto semplice: da buoni geek smanettoni, stiamo semplicemente giocando con Google e con i suoi mille algoritmi. Stiamo provando a prendere in giro il motore di ricerca americano, per capire come avrebbe indicizzato questo post in cui si parla di tette nude, topless, foto hot, minigonne senza mutande, figa e altro. Volevamo scherzare con il SEO e capirlo meglio: Google indicizzerà questo articolo sulla velina di Striscia o capirà che si tratta di un gioco fatto apposta per freagarlo? Aspettiamo e vediamo. Nel frattempo, seguendo le buone regole del Web, è opportuno arricchire di parole questo articolo. Anzitutto diciamo una verità: Francesca Nardi è davvero bellissima. Su questo non si può mentire in alcun modo. Purtroppo rappresenta un immaginario nazional-popolare che non ci piace troppo, nonostante i tentativi di rivalutare il ruolo delle Veline trasformandole in esseri pensanti il cui corpo è secondario. Striscia la Notizia ha fatto qualcosa di buono ed Antonio Ricci è senza dubbio un genio del settore, ma quel programma è anche uno dei portabandiera di un’Italia appiattita dal circo televisivo. Questo argomento non possiamo però affrontarlo in poche righe, rischiando solo di dire ovvietà, banalità e frasi noiosamente strasentite. Meglio restare sul nostro esperimento, per il quale, ancora una volta, ribadiamo che Francesca Nardi nuda è un sogno. Perchè è sexy. Perchè è bella. Perchè è figa. Perchè è hot. Perchè in topless starebbe benissimo. Perchè un sextape con lei sarebbe una bella notizia. Perchè un suo oops in TV vale il pagamento del canone.  Parliamo però di un sogno e se cercavate Framcesca Nardi completamente nuda, sappiate che Google vi ha portato nel posto sbagliato.

Per chiudere, l’unica cosa che possiamo fare è trovare una sua foto sul web, una delle più “sexy e nuda” che siamo riusciti a reperire girovagando sul web. Oggi dovete farvela bastare. E se non siete troppo arrabbiati, magari fatevi un giro su qui su Dailybest, perchè forse non troverete donne nude, ma sicuramente scoprirete un sacco di cose interessanti per stimolare la vostra curiosità, sorridere, stupirvi e magari persino riflettere.

 

federica-nargi-nuda  Federica Nargi Nuda

 

E poi ve ne regaliamo anche un’altra, stavolta un poco più spinta, perdonateci. E’ solo per celebrare il fatto che Federica Nargi sembrerebbe esserci rifatta il seno. Non che questo sia una novità nel mondo dello show business, ma a Google probabilmente piace. E per essere sinceri, a guardarla non dispiace troppo nemmeno a noi.

 

Federica Nargi seno hot rifatto: la foto  Federica Nargi seno hot rifatto: la foto

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >